ASCOLI PICENO – La Lega Italiana Lotta ai Tumori ha promosso il corso formativo “Ceramica” in collaborazione con la Provincia tenutosi nelle aule del Centro Locale di Formazione di via Cagliari.
L’arte della ceramica tanto cara alla città di Ascoli, che vanta artigiani abilissimi e manufatti preziosi, si è rivelata ancora una volta un potente mezzo di solidarietà e un efficace metodo di riabilitazione e re-inserimento sociale che rientra tra gli impegni della LILT.

A congratularsi con le allieve per il traguardo raggiunto e consegnare loro gli attestati di frequenza sono stati il responsabile della sezione locale della Lilt Dott. Raffaele Trivisonne, la dirigente del reparto di Oncologia dell’ospedale “Mazzoni” Dott.ssa Donatella Morale, la docente Vermiglia Spalazzi e rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale che hanno sottolineato all’unisono la preziosità di questo percorso formativo capace di coniugare aspetti pratici, lezioni e lavorazione in laboratorio con momenti di condivisione e integrazione anche al di fuori del corso.

Il dott. Trivisonne, ringraziando le Istituzioni per la collaborazione e il Centro Locale per l’ospitalità, ha evidenziato come “il progetto, giunto alla quinta edizione, ribadisca l’importanza dello stare insieme e del confrontarsi soprattutto nell’affrontare situazioni di salute complesse e delicate. L’arte, in tale direzione, rappresenta infatti una leva importante per rafforzare la propria auto-stima con il supporto di professionisti e dello staff medico di riferimento”. Dello stesso avviso anche la dott.ssa Morale che ha rimarcato la valenza dell’arte-terapia nell’ambito di uno specifico percorso di riabilitazione e di recupero psico-fisico.

Le opere realizzate dalle allieve saranno consegnate come riconoscimento ai vincitori del premio “Mimmo Cagnucci” in occasione della cerimonia conclusiva del concorso letterario in programma sabato 23 maggio alle ore 17.30 nella Pinacoteca Civica di Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 81 volte, 1 oggi)