OFFIDA – Offida è una città che punta alla sostenibilità. L’amministrazione ha messo in campo delle azione che hanno come obiettivo la riduzione del Co2 nell’aria per il 2020 e per questo ha ricevuto gli elogi da parte del movimento del Patto dei Sindaci, di cui è firmataria.

Il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (Paes) offidano soddisfa tutti i sei criteri che l’ufficio tecnico del Patto dei Sindaci ha stabilito. I modello “Paes” è stato infatti compilato in modo corretto, con tutte le informazioni richieste, è stato approvato da un organo ufficiale –  quale è il Consiglio comunale –  e in esso è ben specificato l’obiettivo generale di riduzione di CO2 entro il 2020. Sono stati inoltre forniti, all’ufficio tecnico, i risultati sull’Inventario di Base delle Emissioni (Bei) e il piano ha risposto a un altro criterio previsto, coprendo i settori chiave di attività per le quali sono state incluse anche una serie di azioni.

L’amministrazione offidana svolge in questa maniera, come governo locale, un ruolo fondamentale nella mitigazione degli effetti dovuti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l’80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane.

Proprio per questo motivo, a seguito dell’adozione del Pacchetto europeo su clima ed energia nel 2008, la Commissione europea ha lanciato il Patto dei Sindaci per avallare e sostenere gli sforzi compiuti dagli enti locali come Offida, nell’attuazione delle politiche nel campo dell’energia sostenibile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 88 volte, 1 oggi)