ASCOLI PICENO – Terminata la  stagione il Presidente bianconero Francesco Bellini con una conferenza nella sede di corso Vittorio Emanuele, insieme agli azionisti Giuliano Tosti, Ciccoianni e Faraotti, il DG Lovat , mister Petrone e il responsabile del settore giovanile Di Mascio,  fa un reso conto della stagione passata e anticipa quella che verrà,.

Il Patron Bellini inizia parlando e dando i numeri del budget investito: “Ora abbiamo la struttura e l’organizzazione, il nostro progetto triennale, Costantini, ascolano doc si occuperà delle finanze, questa squadra è costata 6mln di euro e ne abbiamo incassati 3mln. Non è facile finanziare una squadra bisogna ringraziare tutti quelli che hanno sposato questo progetto, parlando dello stadio abbiamo incassato 900mila euro e ne abbiamo spesi 200mila per spese correnti.”

“Sono molto soddisfatto della stagione passata, l’obiettivo era fare i play off, ci siamo ritrovati in testa e abbiamo mantenuto il primato, saremmo stata la prima squadra che avrebbe avuto una promozione partendo dal fallimento. Ma è andata così, l’obiettivo del prossimo anno è migliorare. Abbiamo confermato Petrone –  prosegue il Presidente – che ha il contratto ancora per un anno, abbiamo fiducia in lui e potrebbe rimanere ancora di più, pensiamo che sia l’uomo giusto per continuare, ci sarà un altro vice scelto da lui mentre lo staff rimarrà invariato perché quest’anno hanno svolto un ottimo lavoro”

“Abbiamo una squadra forte sappiamo dove agire per migliorarla, ci saranno dei cambiamenti nel managment di alcune squadre del settore giovanile, gli allenamenti della prima squadra saranno svolti al Casale, mentre le giovanili si alleneranno ai campi Agostini e giocheranno a Sant’Egidio. La Lega Pro darà dei contribuiti a chi avrà almeno 8 under nella rosa e noi abbiamo degli elementi interessanti che saranno innesti nella prima squadra. Stiamo portando avanti il progetto di ristrutturazione dello stadio con il Comune e verrà rifatta la Tribuna Est, prima delle 4 parti che vedrà uno stadio in cui i nostri tifosi di cui abbiamo sempre bisogno saranno molto vicino al campo, con i tifosi in settimana c’è stato un incontro chiarificatorio.  Io sarò con voi e l’obiettivo è portare la squadra in B poi vedremo se proseguire l’avventura o se potranno proseguire gli altri.”

Faraotti interviene facendo un plauso al Presidente.”Sono stati fatti degli errori ma è stato ricostruito tutto in un anno grazie al presidente, dobbiamo tenercelo stretto.” Giuliano Tosti invece guarda al futuro.“L’anno scorso si eravamo ritrovati qui pieni di entusiasmo, quest’anno partiamo con una squadra forte e una società strutturata e un bel lavoro sul settore giovanile e quindi sempre più pieni di entusiasmo.”

Mister Petrone la regola dell’utilizzo degli under potrebbe essere un vantaggio o uno svantaggio, alcuni giovani rischiano di bruciarsi secondo lei?”Credo che l’esempio che abbiamo avuto l’anno scorso con Dell’Orco e Cinaglia è stato positivo, dando continuità ad un percorso particolare, non è facile giocare in una piazza come Ascoli e in uno stadio come questo, la pressione è tanta e loro hanno avuto richieste da categorie superiori, giocherà chi meriterà non importa l’età.”

Il Mister prosegue parlando della stagione appena finita:”Quest’anno non eravamo pronti per fare un campionato di testa, sono partito con tante motivazioni e quest’anno non ho bisogno di altre motivazioni . Di questa stagione dobbiamo fare tesoro, abbiamo scelto uomini che potevano garantire un etica morale, non tutti hanno retto la pressione, dobbiamo cercare giocatori che possano reggerla e giocare in uno stadio come questo. Non sono mai arrivato in serie A e voglio arrivarci con l’Ascoli.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 508 volte, 1 oggi)