ASCOLI PICENO – Migliorare le attività del 118 e del Pronto Soccorso. Questo è il principale punto presentato dal direttore dell’Area Vasta 5, Massimo Del Moro, che ha illustrato  i dettagli di questa nuova iniziativa della sanità picena a partire dal 1 luglio. In sei mesi si valutarà questa nuova riorganizzazione con l’obiettivo di snellire le pratiche dei codici verdi al Pronto Soccorso.

“Migliorare il rapporto tra 118 e Pronto Soccorso. Dare corso a questa sperimentazione per verificare il corretto iter  dell’utilizzo del personale” dice Del Moro, ” i Pronto Soccorso sono sempre impegnati durante tutto l’anno, e sopratutto a San Benedetto in estate. Il problema principale è legato allo smaltimento dei codici non urgenti che richiedono una tempistica diversa. Verrà creata un’altra sala all’interno del Pronto Soccorso per smaltire il tanto lavoro che ogni giorno c’è da sbrigare”.

Continua Del Moro: “l’organizzazione dipartimentale  è il fulcro della attività che svolgiamo in Area Vasta. Tutto quello che è stato fatto è in virtù delle ottimizzazioni delle risorse umane ed economiche. Dobbiamo dare risposte migliori agli utenti e i risultati sono positivi.

Anche Flavio Postacchini, direttore del 118 sottolinea che “la dialettica all’interno del personale coinvolto in questo progetto è importante per partire con questo progetto. Il direttore Del Moro ha fatto procedere in maniera decisa questo processo. Il 118 di certo non risolve tutti i problemi della sanità, ma è la prima linea della medicina pubblica.

Massimo Loria, primario del Pronto Soccorso crede che “il processo formativo del personale porterà sicuramente ad una fusione tra le due realtà, il tutto per migliorare quello che è un settore vitale del sistema sanitario”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 192 volte, 1 oggi)