ASCOLI PICENO – Gli Enti Bilaterali del Commercio e del Turismo, Enbiter e Ebt, costituiti tra Confcommercio ed Organizzazioni Sindacali Filcams-Cgil, Fisacat-Cisl e Uiltucs-uil, operano rispettivamente in provincia di Ascoli Piceno, dal 2000 e dal 2008, mettendo a disposizione dei lavoratori delle imprese commerciali e  turistiche, diverse prestazioni quali contributi per acquisto libri scolastici, spese asili nido, figli diversamente abili,  rimborso spese mediche, premi di natalità. Ma la singolarità di tali istituzioni di interesse sociale è che ad entrambi gli organismi pervengono in proporzione  poche richieste, sicuramente perché le tante opportunità offerte a titolo del tutto gratuito non sono ancora adeguatamente conosciute dai diretti interessati e cioè i lavoratori, tanto che i bilanci annuali di entrambi gli Enti chiudono sistematicamente in attivo.

Questa circostanza è stata sottolineata da Giorgio Fiori, membro per conto di Confcommercio di entrambi gli organismi, nell’introdurre la conferenza stampa, promossa appunto  dai presidenti Pippo Feriozzi (Ebt) e Pietro Pizzingrilli (Enbiter), per pubblicizzare il nuovo regolamento, emanato da entrambi gli enti nei giorni scorsi, con cui sono state previste ulteriori prestazioni in aggiunta a quelle più tradizionali, per  locazioni e mutui casa,  iscrizioni universitarie  e spese odontoiatriche.

Nel corso dell’incontro, partecipato dal presidente Enbiter Pietro Pizzingrilli (Fisacat-Cisl), con il vice Ugo Spalvieri (Confcommercio) e da Luana Agostini (Filcams-Cgil) vice presidente EBT, con il segretario della stessa federazione  Alessandro Pompei è stata sottolineata come sia importante la collaborazione anche dei consulenti e commercialisti, oltre che delle stesse imprese, per rinnovare ed amplificare la conoscenza di tali prestazioni tra i lavoratori delle imprese che applicano i contratti di lavoro sottoscritti da Confcommercio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)