ASCOLI PICENO – Gli agenti della Questura di Ascoli hanno bloccato due giovani nomadi  sorpresi in un tentativo di furto in un’abitazione avvenuto nella giornata del 13 giugno.

Le due ragazze provenienti forse da un campo nomadi di Roma intorno alle 17.30 di ieri hanno rivolto le loro attenzioni verso un’abitazione di un condominio in Via Montecassiano, nel quartiere di Porta Maggiore. Sfortunatamente le due sono incappate nell’appartamento di un sovrintendente della Questura ascolana. Al momento, all’interno c’era la madre del funzionario. Dopi aver forzato la serratura della porta, le due nomadi venivano disturbate  dall’ingresso di alcune persone all’interno del condominio

Le due sono fuggite in auto. E’ partito subito l’allarme e la vettura è fuggita in una pericolosissima fuga dando inizio ad un inseguimento con l’auto della Polizia che è poi riuscita a bloccare le due in Via Onesti.  Il maltempo che imperversava in città durante l’azione ha provocato anche alcuni sinistri con altre vetture che si trovavano sul percorso dell’auto in fuga.

Le due,  una maggiorenne e una minorenne,dopo gli accertamenti in Queustura, sono risultate ben note agli uffici di polizia di svariate regioni , per precendenti reati contro il patrimonio.  J.D., nata nel 1995 è stata poi trasferita al carcere femminile di Castrogno, mentre la minorenne è stata affidata ad una struttura in attesa del giudizio della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Ancona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.723 volte, 1 oggi)