ASCOLI PICENO – Con l’inizio della stagione turistica 2015 l’Associazione Piceno Turismo continua il lavoro avviato lo scorso anno di analisi delle tendenze turistiche nell’intero territorio Piceno al fine di migliorare la comprensione delle dinamiche del mercato e di fornire un supporto metodologico professionale ai decisore delle politiche turistiche locali.

A tal scopo sono state intervistate oltre 70 strutture turistiche del territorio Piceno (dalla costa all’entroterra) a cui  stato sottoposto un sondaggio telefonico su: previsione dell’andamento delle prenotazioni della stagione turistica 2015, tipologia di clientela ospitata, canali di vendita e contatto, principali criticità riscontrate nel settore turistico.

Previsione dell’andamento delle prenotazioni:

Analizzando l’intero campione intervistato, la stagione turistica 2015 risulta essere in linea con le prenotazioni della stagione turistica scorsa. A San Benedetto del Tronto si registra un lieve miglioramento sul fronte delle prenotazioni mentre nel resto della Riviera la situazione  risulta analoga a quella del 2014, invece nell’entroterra la situazione si mostra peggiore rispetto alla stagione passata. Il fattore meteo risulta essere determinante per il successo della stagione.

Tipologia di clientela:

In tutto il territorio Piceno i  turisti stagionali rimangono con forte prevalenza  di nazionalità italiana, si registrano presenze rilevanti di turisti stranieri solo in quelle strutture che lavorano con una clientela di tipo  business.

Canali di vendita e contatto:

Gli albergatori del Piceno trovano nel web il miglior canale per ricevere contatti e prenotazioni, in seconda battuta si posiziona il passaparola derivante dalla fidelizzazione della clientela mentre non ritengono proficue le offerte speciali basate su un ribasso di prezzo. Queste non portano i risultati sperati in termini di presenze in quanto sono poco competitive con le altre località “low cost” del bacino del mediterraneo.

Principali criticità riscontrate nel settore turistico:

La principale criticità riscontrata dagli Operatori Turistici del Piceno riguarda l’insufficiente promozione turistica del territorio che non sembra essere adeguata al contesto del settore. Vista la crescente importanza del web sia nella scelta delle destinazioni turistiche sia all’atto delle prenotazioni le attività fieristiche hanno un ruolo sempre più marginale e di pura rappresentanza. Le altre criticità evidenziate dagli operatori riguardano la tematica dell’assenza di una governance unitaria per il territorio che consenta di cogliere le sinergie tra i differenti cluster turistici del territorio e l’assenza di attrazioni in grado di intercettare nuovi flussi turistici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 252 volte, 1 oggi)