ASCOLI PICENO –  Anche il Vescovo di Ascoli, Giovanni D’Ercole, interviene nella spinosa questione dell’ideologia gender.

La teoria del gender è una idea che sostiene la non-esistenza di una differenza biologica tra uomini e donne determinata da fattori scritti nel corpo, ma che gli uomini e le donne sono uguali da ogni punto di vista.

“Come Pastore di questa Chiesa e come cittadino italiano, avverto il dovere di denunciare che è in corso un oscuro tentativo di imporre una cultura che non lascia libertà di scelta alla famiglia. Qualcuno desidera trasformare la scuola in un luogo che viola gravemente la purezza della coscienza e della sacralità del corpo umano. ”

“Chi crede nella famiglia”, continua il Vescovo, ” non può non riaffermare il principio della bellezza della diversità tra uomo e donna, fondamento per l’intera società. Per questo mi permetto di segnalare la manifestazione promossa dal Comitato Difendiamo i nostri figli, in programma domani a Roma. Invito tutti quanti possono a prendervi parte. Sarebbe grave l’introduzione della teoria del gender nelle scuole: verrebbe tolto alle famiglie il diritto costituzionale di educare autonomamente i figli all’affettività e alla sessualità. E’ tempo di svegliarsi e aprire gli occhi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.213 volte, 1 oggi)