ASCOLI PICENO – A tre anni di distanza, torna in città la scrittrice americana Leah Laiman, divenuta famosa per aver creato la popolare serie televisiva “General Hospital” e apprezzata autrice di numerosi romanzi.Nel 2012, spinta dal desiderio di ambientare un nuovo libro in Italia e in particolare in Toscana, parte, ma grazie ad un amico, Alessandro d’Alatri, si ferma a visitare le Marche.
“ Alessandro rimase molto colpito da Ascoli quando venne per le prime nazionali della prosa e mi annunciò che mi avrebbe fatto un regalo. Questo regalo era Leah”. Continua Davide Aliberti “ Leah doveva venire in Italia per scrivere un libro sulla Toscana e fu dirottata da Alessandro qui ad Ascoli”.
Un grande sorriso illumina il viso della scrittrice: “Sì, è vero. L’avevo dimenticato perché le Marche sono nel mio cuore e ho totalmente dimenticato questo particolare”.

Potrebbe sembrare la trama di un romanzo, invece un inaspettato cambiamento di programma ha permesso a questa talentuosa romanziera di scoprire la bellezza di Ascoli e di ambientarvi il suo nuovo racconto.
“Lingua Terra” così si intitola il libro uscito due settimane fa e disponibile tra qualche giorno anche nella versione E-book. Sarà presentato con un incontro, venerdì 19 giugno alle ore 17.30 presso la Sala di Venere in Corso Mazzini (Palazzo di fronte la “fontana dei cani”) a cui parteciperanno Davide Aliberti, amico e organizzatore dell’evento, il maestro orafo Pietro Angelini, il balletto di Carla Bianchini, la cantante Chiara Misticoni, l’artista Emidio Mozzoni, il pittore Domenico Filipponi, la pianista Maria Vittoria Tranquilli. Presenti inoltre, la Residenza Cento Torri e Angolo Divino.

“Claudia Davis perde il suo lavoro a Wall Street e il suo fidanzato. Il ritorno dai genitori la porta a riflettere sul bisogno di una nuova vita. Quando legge le descrizioni delle Marche, una regione d’Italia con un paesaggio mozzafiato, un ricco patrimonio artistico e una tradizione di farm-to-table (fattoria a tavola) delizie culinarie, decide di trascorrere un anno in questa regione che essendo sconosciuta è ancora conveniente e le potranno bastare i suoi risparmi. Sul retro di una Vespa, con il suo bel insegnante di italiano come guida, Claudia scopre i tesori e gli alimenti della regione. Ma le cose si complicano quando incontra Giancarlo Russo, un brillante, ma amareggiato chef. Con il suo potenziale e la sua ambizione è chiaro che potevano costruire qualcosa insieme. Ma possono fare spazio all’amore quando c’è una stella Michelin in gioco?”
La critica l’ha definito: romanticismo avvincente, guida vivace e libro di cucina deliziosa tutto in uno.

Davide Aliberti racconta: “ Leah si è talmente innamorata di Ascoli che ha deciso di scrivere un libro sul Piceno e per tre anni ci siamo sentiti perché lei voleva essere precisa sulle collocazioni degli ambienti di cui ha parlato nel romanzo come la Residenza Cento Torri oppure la Piazza del Popolo. Sarà tradotto in diverse lingue, parla di Ascoli in ben due capitoli ed è un evento importante per la nostra città anche per un ritorno turistico e culturale. Un aspetto importante del libro è che lei ha citato ristoranti, alberghi, risultando una sorta di guida per gli americani che possono così coniugarsi con le nostre strutture ricettive e con la città”.

“ Ci sono anche delle ricette delle Marche. Ascoli è molto vivace. In Italia ci sono tante belle città, ma non con la vita come qui, le persone sono molto gentili, molto calorose. Un colpo di fulmine.” Leah Laiman

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 403 volte, 1 oggi)