ASCOLI PICENO – Due città, Ascoli e Civitella del Tronto (TE) della vicina regione Abruzzo,  che da oggi sono ancora più vicine, non solo geograficamente ma anche e soprattutto in ambito turistico.

E’ stato firmato il protocollo d’intesa tra il sindaco Guido Castelli e il sindaco di Civitella Cristina Di Pietro.
Presenti anche gli assessori comunali piceni Michela Fortuna e Giorgia Latini, e gli assessori comunali teramani Gabriele Marcellini e Riccardo De Benedictis.

“Valorizzare ciò che in realtà già esiste, nella crisi è questa la regola aurea da rispettare – afferma il primo cittadino di Ascoli Guido Castelli – Con la città di Civitella abbiamo legami stretti ed appassionati, e questo atto lo testimonia. Il protocollo in questione si muove su tre fronti. Il primo è quello della promozione delle ricchezze storico-culturali che questi due territori hanno. Ad esempio, con il biglietto della Pinacoteca Civica del capoluogo piceno, si potranno visitare le bellezze presenti in quel di Civitella.Vogliamo dunque, che chi viene ad Ascoli si rechi anche nella splendida cittadina teramana e viceversa. L’altro segmento riguarda una serie di vantaggi e premialità per i cittadini di Ascoli e Civitella per quanto concerne la prossima stagione teatrale, con una forte scontistica. Terzo, ma non meno importante fronte, fa riferimento a delle vere proprie gite scolastiche che gli studenti ascolani potranno effettuare, visitando il simbolo di Civitella, ossia la Rocca”.

Itinerari turistici condivisi, interscambio di informazioni e dati utili ai fini della programmazione di manifestazioni ed eventi. Queste alcune delle linee di intervento principali del protocollo d’intesa, che ha lo scopo di potenziare l’attrattività turistica di due territori così affascinanti e ricchi di storia. Il sindaco Castelli nell’occasione, ha donato alla collega di Civitella un calendario illustrato denominato ‘Facce da Quintana’.

“Credo che Ascoli sia una delle più belle città del Centro Italia – afferma il sindaco di Civitella Cristina Di Pietro – e perciò abbiamo aderito con entusiasmo a questo atto che deve rappresentare un primo passo verso una nuova concezione del turismo. Si deve infatti sempre di più guardare ai territori limitrofi, e non rimanere ancorati ai proprio confini. Civitella ha fatto registrare lo scorso anno 41mila visitatori, di cui un 15% di loro stranieri. Siamo sicuri che l’atto stipulato con il Comune di Ascoli ci darà grandi soddisfazioni”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)