ASCOLI PICENO – Nel pomeriggio del 23 giugno la Polizia di Stato ha tratto in arresto Maurizio Grazioli, 54enne, in esecuzione dell’ordine di ripristino della misura detentiva emessa dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Ancona.

L’arrestato, noto alle Forze di Polizia già a partire dai primi anni 90 per una serie di reati, salì alla ribalta della cronaca per due scippi avvenuti ad Ascoli nel giugno del 2007 nei confronti di due donne. Identico il “modus operandi” utilizzato in quelle circostanze da Grazioli che, a bordo di uno scooter, si era avvicinato alle vittime, che viaggiavano lungo le vie cittadine in sella alle loro biciclette e, approfittando della chiara impossibilità di essere inseguito, si era impossessato delle loro borse custodite nei relativi cestini, dandosi poi alla fuga. In particolare, in una delle due circostanze la vittima era caduta, riportando delle lesioni.

Le successive indagini condotte dalla Squadra Mobile permisero di acclarare i fatti e di trarre in arresto Grazioli, condannato poi in via definitiva dalla Corte d’Appello di Ancona alla pena di anni 2 e mesi 3 di reclusione.

Dopo le formalità di rito, Maurizio Grazioli è stato portato dal personale della Squadra Mobile presso la Casa Circondariale di Marino del Tronto a deposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 416 volte, 1 oggi)