ASCOLI PICENO –  Il Cda della Ciip ha approvato il bilancio 2014. Un’annata assolutamente positiva per il consorzio idrico piceno con un risultato positivo di oltre 4 milioni di euro.

Soddisfazione del presidente Giacinto Alati che ricorda che “il 2014 è stato un anno fondamentale per la difesa dell’acqua pubblica e ne sono prova i tanti punti di forza che fanno della Ciip una delle aziende più solide delle province di Ascoli e Fermo. Secondo me non devono esserci due ATO per Ascoli e Fermo, perchè la situazione non lo richiede.”

“E’ molto importante, invece” prosegue Alati ” che vengano promossi i contratti di rete, anche con la vicina Ruzzo Reti abruzzese.  Ritengo che molto è stato fatto in questa direzione ma occorre mantenere alta la tensione della Società a realizzare le infrastrutture necessarie all’ottimizzazione del servizio, ora che si è al traguardo dell’ottenimento del finanziamento del Piano d’Ambito, e ridurre i costi di gestione mediante azioni mirate all’ottimizzazione dei consumi energetici, alla riduzione della produzione dei fanghi del ciclo della depurazione, all’incremento del telecontrollo degli impianti, all’ottimizzazione dell’organizzazione delle risorse umane.”

Alati conferma l’attenzione della Ciip al sociale rinnovando il proprio impegno a favore delle utenze economicamente disagiate mediante il Bonus Acqua. La Società sottolinea che l’iniziativa è finanziata con proprie risorse extra tariffarie per cui il bonus non grava sugli altri utenti.

Tra gli obiettivi raggiunti, particolarmente importante è il conseguimento di un finanziamento BEI (Banca Europea degli Investimenti) di 45 milioni di euro per la realizzazione del Piano degli Investimenti 2014-2032.

Un finanziamento difficile da ottenere visto che  a livello nazionale nel 2014 sono state solo 3 le società beneficiarie di fondi BEI  (CAP di Milano, SMAT di Torino e CIIP spa). Il finanziamento corporate a CIIP spa rappresenta il primo caso in Italia di finanziamento BEI a realtà di medie dimensioni.

Infine, visto il grande caldo che imperversa, Alati ricorda che “non ci sono, al momento, problemi di approvvigionamento idrico, ma è importante ripetere che non bisogna sprecare acqua. E’ un dovere morale evitare inutili sprechi”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 272 volte, 1 oggi)