ASCOLI PICENO – Prosegue il ritiro bianconero a Cascia, oggi i giocatori si sono sfidati nel primo test stagionale a ranghi misti, mister Petrone a commentato così: “Siamo ancora in fase embrionale, quindi è difficile dare un giudizio; la preparazione è iniziata tre giorni fa e le gambe non consentono di giocare più di trenta-quaranta minuti. Ci sono ragazzi nuovi, che pian piano miglioreranno la conoscenza con i compagni di reparto. Fra una decina di giorni ci sarà il primo impegno ufficiale di Coppa con la Casertana, ma non può essere una gara veritiera perché entrambe le squadre saranno in fase iniziale di preparazione. La Serie B? Crediamo nel lavoro svolto dalla Procura di Catanzaro e in quello della Giustizia Sportiva. Mi auguro solo che la sentenza attivi nel minor tempo possibile”.

Intanto il DG Lovato porta ad Ascoli il giovane attaccante del  MilanAndrea Petagna.Il classe ’95 mancino dal fisico robusto è in grado di fare reparto da solo, nel 2012 a 17 anni, fa il suo debutto da professionista, in occasione del match di  Champions League contro lo Zenit. Uno dei più giovani giocatori rossoneri ad esordire in una competizione europea, nel 2014 passa al Latina in serie B per poi trasferirsi al Vicenza nel mercato invernale. Il giocatore dovrebbe essere ufficializzato nelle prossime settimane con la formula prestito con diritto di riscatto e contro riscatto.

L’arrivo di giocatori di categorie superiori farebbe supporre che l’Ascoli stia già pensando ad attrezzarsi per la serie B, n caso di promozione secondo quanto riportato da tuttomercatoweb , la società avrebbe preso  contatti per Sergio Floccari, centravanti del Sassuolo, l’attaccante 34enne, ex Lazio e Parma nella sua carriera ha siglato ben 108 gol, convocato nella Nazionale di Prandelli sarebbe sicuramente il colpo di mercato.

La procura federale intanto ha chiuso le indagini relative al filone dell’inchiesta Dirty Soccer per la partita Savona-Teramo e nella notifica di conclusione. Palazzi contesta al Teramo la responsabilità diretta per il ruolo ricoperto dal presidente Campitelli retrocesso in serie D, in quanto i biancorossi sarebbero classificati come ultimi nella calssifica del girone B di Lega Pro della stagione appena terminata, inoltre Palazzi riconosce  la responsabilità oggettiva di Marcello Di Giuseppe e all’ex presidente del Savona Aldo Dellepiane.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 765 volte, 1 oggi)