OFFIDA – Firmato il Protocollo d’Intesa tra il Comune di Offida e i sindacati. L’accordo – siglato da Cgil, Spi Cgil Cisl Fnp-Cisl Uil Uilp-Uil nella mattinata del 23 luglio – avrà una scadenza biennale e verrà sottoposto a verifica costante.

“Il cambio di rotta di Offida ci entusiasma – ha commentato soddisfatta Paola Giovannozzi della Cgil – il progetto di volontariato presentato dall’Amministrazione dovrebbe essere esteso agli altri comuni”.

Dello stesso parere Maria Teresa Ferretti della Cisl Ascoli che ha sottolineato la praticità dimostrata dagli amministratori offidani, nello scrivere nel protocollo solo ciò che è è possibile fare e di sottoporre il tutto a perenne verifica.

L’accordo è nato perché tutte le parti si sono trovate d’accordo sul fatto che il confronto e la concertazione sugli indirizzi e sulle scelte dell’Amministrazione comunale siano lo strumento più idoneo per un’efficace valutazione dei bisogni, per l’individuazione delle priorità, per definire azioni condivise e per indirizzare l’attenzione verso i più deboli.

“È fondamentale poterci confrontare con i sindacati in attesa del Bilancio – ha commentato Lucciarini – la bozza dell’accordo si spalma su tutte le politiche dell’amministrazione, ma tocca anche dei segmenti al di fuori di quelle. La novità di questo accordo è che sono stati tolti i fondi a sostegno delle famiglie e ciò rappresenta un’opportunità perché tutte le problematiche sociali faranno parte del bilancio corrente”.

L’Amministrazione comunale si è impegnata infatti a individuare le risorse necessarie nell’ambito dell’esercizio corrente di bilancio per sviluppare iniziative in favore di lavoratori licenziati, collocati in cassa integrazione o che hanno terminato ogni forma di ammortizzatori. Tra le iniziative si indicano, in termini preferenziali, quelle diretta al sostegno affitti e a favore delle famiglie in situazione di disagio economico L’accordo prevede una verifica, a fine programmazione annuale, di tutti gli interventi realizzati a sostegno delle problematiche sociali. Si è stabilito un raccordo permanente che impegna le parti stesse a determinare una nuova programmazione per il 2016.

Per Francesco Fabiani della Uil: “Offida mette il sociale sempre al primo posto e oltre i tanti servizi gratuiti, lo dimostra questo innovativo accordo. Il sindaco ci porta a ragionale su questo tema in modo più impegnativo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 301 volte, 1 oggi)