ASCOLI PICENO – Negli anni ’60 e ’70 gli artisti americani portano la fotografia sullo stesso piano delle nobili arti figurative dando alle immagini non solo il loro significato verista, ma esse diventano espressione del pensiero dell’artista. E’ il periodo in cui si definiscono nuove correnti artistiche, la performance art e la land art, che utilizzano la fotografia per imprimere l’opera dell’artista e renderla più significativa nonché più fruibile. Le fotografie imprimono azioni o luoghi che nella loro interazione parlano all’osservatore al pari di un dipinto, catturano espressioni e sviluppano emozioni. Già nel 1940 il MoMa di New York azzardò l’esposizione paritaria tra un dipinto di Cezanne e la fotografia, con lo stesso motivo del quadro,di una giovane artista olandese provocando forti reazioni, ma dimostrando che entrambe coglievano, con tecniche diverse, un soggetto e ne estrapolavano sensazioni, pensieri ed emozioni.

Marco Picistrelli, artista affermato nel panorama della fotografia contemporanea, presenterà dall’ 1 all’8 agosto 2015 a Palazzo dei Capitani la sua mostra intitolata “Le Luci dell’Anima”.
Studia a Roma architettura e si appassiona alla fotografia e alla grafica. Il suo percorso lavorativo corre sul binario della creazione di siti web e progetti grafici e la fotografia per arrivare alla scelta definitiva di dedicarsi esclusivamente a quest’ultima. Iniziano i suoi viaggi con numerosi reportage fotografici che diverranno gli elementi delle sue opere letterarie e artistiche.
Ha effettuato reportage per varie riviste del settore Natura e Viaggi.
Fotografo ufficiale della FEDERTREK – Federazione Italiana Trekking
Collabora con la rivista  BITMAGAZINE , TREKKING & OUTDOOR,  e molte altre testate sul WEB.
Sostiene ASIA ONLUS nel progetto scuola per i bambini del Tibet.
Le sue mostre fotografiche sono sempre ed esclusivamente a fini benefici  o per sostenere iniziative sociali e culturali.

La mostra è suddivisa in quattro sezioni, ognuna con un tema legato al gruppo di foto presentate:
“IL VIAGGIO”
La collezione fa parte della:
Mostra “I Viaggi della Mente” 2013 – Caffe Letterario – Roma
Mostra “Spazi Infiniti”  2015 – Parco Dell’Appia Antica – Roma
“ L’IRREALE POSSIBILE”
Collezione della Mostra “Irreale Possibile”  2012 – Circoli Culturali Riuniti – Bologna
“L’ARTE”
Collezione di opere uniche raccolte durante gli anni  dall’artista.
“IL FEMMINICIDIO”
Serie fotografica utilizzata nell’opera  Teatrale  “C O N T R O”.
Portata in scena nei vari Teatri Italiani  con il Patrocinio del Comune di Roma e con il Patrocinio del Comune di Ascoli  Piceno.
Una  forte denuncia verso la piaga più  vergognosa e incivile della nostra attuale società.

Picistrelli è un abile osservatore e un profondo conoscitore delle tecniche di fotografia e da questo connubio le sue fotografie si evolvono in opere d’arte figurativa: allo scatto della contemporaneità dell’azione, corrisponde un attento uso della luce e della strumentazione per regalare al pubblico le emozioni di cui lui stesso ne è stato partecipe.

“La foto più particolare dell’estate 2011- racconta Picistrelli – l’ho scattata durante il ritorno da un reportage fotografico sui Maya nello Yucatan.Ci eravamo fermati per pranzare presso un locale tipico Messicano, quando ad un certo punto arrivano fra i tavoli delle donne con vestiti coloratissimi che iniziano a ballare ruotando su se stesse vorticosamente e tenendo sulla testa dei vassoi con birre e bicchieri. Approfittando della poca luce e dei colori vivacissimi dei vestiti, ho effettuato uno scatto utilizzando un lunghissimo tempo di posa, ottenendo volutamente questo magnifico effetto di colori “rotanti”

La mostra potrà essere visitata nei giorni feriali dalle 9 alle 19.30, mentre l’orario osservato nei festivi sarà 10-13/15-19.30.
Siti internet:
www.pit-service.net
www.picistrelli.it
Pagina Facebook:  markpic3 photography

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 169 volte, 1 oggi)