ASCOLI PICENO –  I bianconeri beffati nel recupero abbandonano subito la competizione, il gol di Arrighini penalizza oltre modo l’Ascoli che pure aveva dominato la gara, primo tempo a senso unico dove si registra solo una punizione insidiosa dei calabresi, mentre Tripoli e Grassi impegnano costantemente la difesa rossoblu, le punizioni del fantasista bianconero sono sempre pericolose così come le incursioni di Tripoli e i tiri dalla distanza di Addae. Perez sempre attivo su tutto il fronte d’attacco e anche in fase difensiva non molla mai, Carpani invece sembra ancora fuori condizione e non entra mai in partita nel secondo tempo verrà sostituito da Jankto.

Nella ripresa arriva subito il gol di Tripoli che raccoglie un passaggio di testa e in area stoppa e sfodera un preciso tiro potente che finisce alle spalle di Perina che non può nulla. L’Ascoli mantiene le redini del gioco fino al 40′ quando subentrano Berrettoni e Mustacchio per  Grassi e Tripoli, ma ormai le squadre stanche si allungano troppo e prima arriva il pareggio di La Mantia dopo un batti e ribatti in area, poi nei minuti di recupero Arrighini è bravo a liberarsi in area superando in velocità Mengoni beffando Lanni sul primo palo con un preciso rasoterra, per il gol che vale la vittoria.

 

 

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)