CASTEL DI LAMA –  Il Partito Democratico di Castel di Lama all’attacco della Giunta Ruggieri.

In una nota della segretaria cittadina, Enrica Pieragostini, si ricorda che ” pur essendo un grande partito, a Castel di Lama  il Pd ha aperto un processo di riorganizzazione che ha già prodotto risultati importanti come testimoniano gli ultimi risultati elettorali regionali , e proprio suffragata dai risultati di questo nuovo percorso che in consiglio comunale farà opposizioni dura, propositiva ed intransigente ad una Amministrazione Comunale che si sta sempre di più caratterizzando per incapacità ed arroganza, con il subdolo tentativo di scaricare su altri le proprie responsabilità.

Il Pd elenca alcune delle criticità rilevate in questo primo anno di amministrazione targata Francesco Ruggieri. “Proprio per non confondere ruoli e responsabilità si ricordano alcuni punti:

1. Perché il comune di Castel di Lama approva il bilancio di previsione 2016 fuori termine e solo dopo formale diffida del prefetto mettendo a rischio lo scioglimento del consiglio comunale?
2. Che fine hanno fatto le riduzioni delle indennità degli Amministratori che era stato uno dei cavalli di battaglia dell’attuale sindaco in campagna elettorale?
3. L’ amministrazione comunale ha aumentato le tasse IRPEF e TARI. Ci hanno detto che hanno risparmiato molte risorse, che fine hanno fatto se hanno dovuto aumentare le tasse?
4. Dicono di aver ristrutturato la Bambinopoli (Zona V2) ed invece è stata interamente progettata e finanziata con la rinuncia dell’indennità di carica della passata amministrazione.
5. Perché non è stato reso gratuito il servizio mensa scolastica come promesso?
6. Completo isolamento di Castel di Lama, il più grande dei comuni dell’Unione della Vallata del Tronto, con la irresponsabile minaccia di volere uscire dall’ente che da servizi importanti ai cittadini. La Provincia, governata dal PD, sta producendo un notevole sforzo bloccando la costruzione della sesta vasca alla discarica di Relluce, mentre il sindaco di Castel di Lama è sempre assente.
7. Fiera: Dopo tanti anni si è voluta cambiare anche la manifestazione principale di Castel di Lama “La Fiera Agricola” perché poco trasparente offendendo di fatto le centinaia di persone che volontariamente hanno offerto in tanti anni un contributo determinante e disinteressato. Volendo colpire la base volontaria su cui poggiava l’intera manifestazione. A questo punto viene il sospetto, non è che l’intera manifestazione vuole essere gestita come i parcheggi nell’ultima edizione?
8. L’abbandono della manutenzione della rete stradale comunale.
9. Dopo pochi mesi di amministrazione tre consiglieri di maggioranza hanno abbandonato la stessa, motivando la loro uscita con il fatto che il sindaco non manteneva gli impegni assunti, anche questa è polemica del PD?
10. Per avere la maggioranza non hanno perso tempo ed hanno fatto fare l’assessore ad un consigliere comunale di Destra mentre sindaco dice con ossessiva ripetizione di collocarsi nell’area politica di Centro Sinistra. Coerenza politica o attaccamento alle poltrone?”

Conclude la nota: “di tutto questo dovrebbe parlare il sindaco, e di queste cose parlerà il PD e sfida pubblicamente fin da subito il sindaco a confrontarsi sui temi veri che interessano i cittadini di Castel di Lama non a lanciare accuse infondate e sterili che servono solo a nascondere le sue responsabilità.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 300 volte, 1 oggi)