ASCOLI PICENO – Tra pochi minuti sarà sul parquet a sfidare gli “stellari” del basket italiano, ovvero la Nazionale con gli Nba Gallinari, Belinelli e Bargnani. Lui è Nemanja Nedovic, lui stesso approdato al massimo campionato mondiale, quello statunitense, ma che nel 2002 iniziò a tirare canestri nell’Ascoli Basket, categoria under 13 (Nedovic aveva 11 anni). Qui la storia raccontata da

Coach era il giovane Daniele Aniello, reduce da una stagione da cestista a Soverato, in C1. Nedovic era nel Piceno, come spiega anche la sua pagina su Wikipedia,  perché il padre, Pedrag, giocava a pallamano nell’Alma Plast di San Benedetto. Qui l’articolo di Riviera Oggi (allora Sambenedettoggi.it) di presentazione del suo arrivo, il 10 settembre 2002; qui la cronaca di una sconfitta a Crotone dove Pedrovic realizzò 16 dei 25 punti dei rossoblu.

Nemanja dopo quella prima esperienza ascolana, tornò in Serbia con il padre e iniziò una splendida carriera cestistica con la Stella Rossa Belgrado, per approdare nel 2012 ai lituani della Lyetuvos Ritas per poi arrivare alla Nba coi Phoenix Suns e poi coi Santa Cruz Warriors, e quindi tornare in Europa, precisamente in Spagna.

Occhi dunque puntati sull’Italbasket, senza dimenticare, però, quel ragazzino del 2002…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 374 volte, 1 oggi)