ASCOLI PICENO -Altri due colpi di mercato accendono l’entusiasmo dei tifosi, l’ex bianconero Gigi Giorgi bandiera dell’Ascoli che torna dopo 5 anni nella sua terra e dopo le esperienze con Novara, Siena, Palermo, Cesena e Atalanta in Seria A e l’attaccante Daniele Cacia, bomber di razza in serie B sempre ottimo realizzatore.

Il Presidente Francesco Bellini  appena atterrato in terra ascolana arriva in una  sala stampa gremita da giornalisti e tifosi per presentare gli ultimi colpi di mercato che hanno entusiasmato tutti i tifosi bianconeri: “Grazie a tutti di essere qui penso sia una sorpresa per tutti poter presentare bomber Cacia e l’ascolano Gigi Giorgi siamo qui insieme a Ciccoianni e il Dg Lovato per firmare il contratto.  Sono atterato da poco è un piacere per me essere qui. La promessa che abbiamo fatto di fare una squadra competitiva l’abbiamo mantenuta. Il traguardo è sempre fare del nostro meglio –  continua il patron italo canadese – abbiamo una squadra competitiva se dobbiamo aggiungere altri giocatori lo faremo a gennaio il mercato non è mai chiuso.”

Ciccoianni  parla del ritorno dell’ex Giorgi:”Emblematico il suo ritorno lui in realtà non ci ha lasciato mai. Siamo felicissimi di avere Giorgi qui  ma anche Cacia un regalo che il Presidente ha voluto fare a questa piazza. Sono contento della fiducia che hanno riposto in noi. Quello che possiamo fare lo facciamo siamo orgogliosi di avere giocatori come loro. Ricordiamoci che abbiamo un Presidente straordinario. ”

Al Dg Gianni Lovato chiediamo del mercato. Un mercato fuori dai tempi massimi, partiti per la Lega Pro e poi la certezza della B che ha fatto cambiare tutti i piani, è soddisfatto degli acquisti? ” In poco tempo poco ma grazie alla proprietà e i soci abbiamo fatto un grande lavoro, sono soddisfatto del mercato e dei giocatori che hanno avuto una gran voglia di venire qui, e soddisfatto di averli portati qui. Ci faranno divertire e si divertiranno anche loro.”

Cacia e Giorgi rinunciano alla serie A scegliendo una piazza calda come Ascoli che ha appena riconquistato la categoria ma l’Ascoli è una piazza importante con una società solida, sicuramente sempre appetibile, gli acquisti e il progetto sicuramente fanno sognare tutti i tifosi. L’ex Bologna è contento della sua scelta e perchè  non riconquistare la serie A con l’Ascoli, un sogno o la realtà?:”La Serie A con l’Ascoli?L’obiettivo è quello di far bene,  sarebbe un sogno però meglio parlarne poco e fare i fatti durante la settimana. Penso che sia il nostro sogno proibito ma la serie B è un campionato lungo e strano e l’anno scorso Carpi e Frosinone ci hanno insegnato che nulla è impossibile. ”

L’attaccante è arrivato ad Ascoli in una trattativa lampo:”Trattativa lampo si,  ultimamente ero ai margini nel Bologna avevo ricevuto qualche richiesta che non avevo preso in considerazione, ero deluso ancora una volta arrivato in A e costretto a rinunciare per scelte societarie, ancora una volta non ho potuto giocarmi le mie carte mi sono allenato bene facendo uno dei miei migliori ritiri e facendo cambiare  cambiare sul campo idea a Delio Rossi ma a volte la società è più forte anche della volontà dell’allenatore, e alcune volte le scelte sono fatte dal alto, a  32 anni speravo di giocarmi la mia forse ultima occasione ma venendo qui e conoscendo la società e il Presidente che è una persona eccezionale, non ho avuto dubbi un bel progetto con obiettivi e per ora il mio obiettivo è  non deludere e ripagare la piazza.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 458 volte, 1 oggi)