ASCOLI PICENO – L’Ascoli conquista un punto dopo due sconfitte consecutive, una boccata d’aria anche se la vittoria sarebbe stata meritata, poca lucidità sotto porta e qualche calo di concentrazione penalizzano l’undici di Petrone. In campo si rivede Giorgi dal primo minuto, nel 3-5-2  schierato dal tecnico bianconero ci sono Lanni in porta, Mengoni, Milanovic  e Cinaglia in difesa, sugli esterni capitan Antonini e Almici, che risulterà uno dei migliori in campo, Addae, Giorgi e Jankto i tre di centrocampo, mentre in attacco il duo Perez- Cacia.

Il primo tempo quasi tutto di marca bianconera, con qualche spunto di Perez spalleggiato bene da Cacia, Antonini riesce a fermare più volte le incursioni di Embalo e Coly. Giorgi non è incisivo ma qualche arriva due volte in area grazie a degli spunti personali. Nella seconda frazione l’Ascoli comincia bene buono il fraseggio sulla tre quarti con i vari Jankto, Giorgi e Almicil, al 14esimo subentra Grassi al posto di Cinaglia, il gioco diviene più dinamico, diverse occasioni da gol, il fantasista bianconero imbecca Cacia che con un preciso diagonale sfiora il gol, poi è lo stesso Grassi che potrebbe portare in vantaggio il Picchio ma a tu per tu con il portiere non riesce a inquadrare lo specchio della porta.

Nonostante i cinque minuti di recupero l’Ascoli non riesce a trovare la via del gol, ma rischia la beffa nell’ultimo minuto di recupero quando Lanni sfodera una strepitosa parata in tuffo sul tiro di H’Madat. Un punto importante per il Picchio che sale a quota 4 in classifica.

Le altre gare di giornata: Cagliari -Latina 3-2; Livorno -Spezia 1-2; Modena-Lanciano 1-0; Perugia – Cesena 0-0, Pro Vercelli-Crotone 0-2; Salernitana – Ternana 2-1; Trapani – V. Entella 4-2; Vicenza – Pescara 2-2; Vicenza-Avellino e Novara – Como da disputarsi.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 145 volte, 1 oggi)