ASCOLI PICENO – Prosegue incessante la solidarietà del Movimento 5 Stelle verso il Procuratore Antonino Di Matteo, del quale, lo scorso mese di settembre, sono giunte ulteriori conferme sulla condanna a morte sancita dalla mafia.

Dopo le intercettazioni del boss Totò Riina in cui esprimeva, nel novembre del 2013, la sua volontà di uccidere il magistrato “…un’esecuzione come eravamo a quel tempo a Palermo…” e le conferme di diversi pentiti circa l’ordine di assassinio impartito dal superlatitante Matteo Messina Denaro, a settembre 2015 il quotidiano La Repubblica dà notizia che l’ex boss di Borgo Vecchio Francesco Chiarello ha confermato tutte le dichiarazioni inerenti il progetto di morte del magistrato Nino Di Matteo specificando che il tritolo necessario per l’esecuzione è già al sicuro a Palermo.

Parole che non possono lasciare indifferente l’opinione pubblica e alle quali la società deve mostrarsi determinata nel condurre una serrata lotta alla mafia, da gesti semplici e quotidiani ad azioni più importanti da coloro che interpretano le istituzioni.

E come la goccia d’acqua che, con la sua continua caduta, riesce a scavare la dura roccia, anche il Movimento 5 Stelle con il suo ostinato lavoro di sensibilizzazione contro la criminalità organizzata, focalizza l’attenzione della gente scalfendo il muro di indifferenza che la routine personale costruisce attorno alle persone dedite al bene comune. Il Consiglio Comunale ascolano ha appoggiato con consapevole determinazione le manifestazioni di lotta alla mafia proposte dai pentastellati Giacomo Manni e Massimo Tamburri, adoperandosi per comunicare la solidarietà del Comune di Ascoli nei confronti del dott. Di Matteo e nei confronti di tutti i magistrati e forze dell’ordine che quotidianamente combattono forme mafiose di varie entità e gravità, per esporre uno striscione con la dicitura “Noi stiamo con il magistrato Nino Di Matteo” sulla facciata di Palazzo dei Capitani in Piazza del Popolo ed infine per aderire in forma istituzionale alla manifestazione nazionale del 14 novembre a Roma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 136 volte, 1 oggi)