ASCOLI PICENO – Davanti al pubblico delle grandi occasioni, i bianconeri non deludono e mettono in campo grinta e qualità aggiudicandosi una partita difficile. Primo tempo a marca biancoazzura, l’Ascoli attende e gioca in ripartenza, il Pescara però non riesce a sfruttare le diverse occasioni create da Cocco e Caprari, un sempre pericolossissimo Lapadula mette in apprensione la difesa ascolana più volte ma Lanni  è sempre attento.

Nel secondo tempo le squadre si allungano ed è proprio la squadra ospite al 18 esimo ad andare in vantaggio, Lapadula proprio lui realizza con un tapin a porta vuota il gol che gela il Del Duca, da quel momento in poi però si vede un altro Ascoli, salgono in cattedra Giorgi e Cacia che mostrano qualità di altra categoria, Perez sempre coraggioso non molla nessun pallone mentre Almici riesce più volte ad impensierire la difesa ospite con traversoni sempre precisi per la testa di Perez che sfiora il gol. Ma la rete è nell’aria ed al 24esimo lo stesso Perez realizza la rete del pareggio raccogliendo una palla spizzata da Cacia ed in velocità beffa Fiorillo in uscita dal limite dell’area posizionando la palla. Poi l’ingresso di Petagna al posto di Cacia da una scossa maggiore, lo stesso Petagna raccoglie una palla che sembra essere destinata ad uscire fuori e la mette in mezzo per un accorrente Giorgi che di prima infila nell’angolino destro a fil di palo. Esplode il Del Duca e sulle ali dell’entusiasmo l’Ascoli continua ad attaccare e ancora Petagna riesce a rubare palla, entra in area e si procura un rigore trasformandolo.

Il Dg Lovato al termine:”Vittoria in rimonta contro una squadra forte, non ci siamo demoralizzati. già prima di pareggiare avevamo creato occasioni importanti. Non siamo partiti benissimo nel primo tempo, ma nei novanta minuti abbiamo fatto e creato di più. Il loro gol era sembrato non in fuorigioco.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 367 volte, 1 oggi)