ASCOLI PICENO – La Cassazione ha confermato la condanna di Alvaro Binni, il poliziotto ascolano accusato dell’omicidio di Rossella Goffo, funzionaria di prefettura scomparsa ad Ancona il 4 maggio 2010 e trovata cadavere il 5 gennaio 2011 a Colle San Marco ad Ascoli Piceno.

La pena, su quanto riportato dall’Ansa, è stata ridotta la pena da 16 a 15 anni di carcere. La suprema corte ha riconosciuto a Binni (che si è sempre proclamato innocente) le attenuanti generiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 128 volte, 1 oggi)