“RIABITA – Il Salone dell’Abitare” si propone con le seguenti parole d’ordine: Ripensa, Ristruttura, Riqualifica.

I prodotti ed i servizi proposti dalle circa 100 aziende presenti e gli argomenti trattati nei vari convegni, sono concentrati sulle seguenti tematiche:

– affrontare il presente ed i futuro lavorando a progetti concreti e innovativi;
– far incontrare la nuova domanda con un’offerta innovativa;
-rispondere alle esigenze emergenti con proposte che considerino il futuro non di là da venire, ma qui ed oggi.

Dopo aver preso atto dei mutamenti – irreversibili – degli scenari sociali, economici, finanziari, climatici e ambientali, occorre entrare nel merito e proporre nuove opportunità di sviluppo.

Tra le varie realtà presenti evidenziamo:

Io non rischio (www.iononrischio.it)
La presenza ufficiale del Dipartimento della Protezione Civile, presente con il progetto “Io non rischio” realizzato in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, testimonia l’importanza della manifestazione per la centralità e l’attualità dei suoi contenuti.

Climabita (www.climabita.it)
Lo sviluppo imprenditoriale non potrà più prescindere dalle tematiche ambientali, dal risparmio energetico e dalle fonti rinnovabili; un partner di prestigio per la prima edizione di Riabita. L’edilizia sostenibile al centro dell’attenzione.

Coho – Culture of social sharing (www.coho.it)
Nuove modalità di acquisto e di uso; la condivisione degli spazi e dei servizi fa già parte del nostro presente (car sharing, Uber, asili aziendali e di condominio, etc.) e lo sarà sempre di più per il futuro; non parliamo dei ceti privilegiati (che saranno ugualmente influenzati dai nuovi stili di vita); parliamo dei grandi numeri; negli anni ’60 c’erano le case popolari; negli anni 2000 – con l’età media in crescita esponenziale – alloggio, autonomia ed assistenza sono un unico problema.

La manifestazione ha il patrocino della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Fermo, delle Università Politecnica delle Marche e di UNICAM (Facoltà di Architettura), dell’ADI (Associazione per il Disegno Industriale), dell’ANCE, dell’ANCI Marche, di CNA e Confartigianato, del Collegio Geometri, degli Ordini Professionali degli Architetti, dei Geologi e degli Ingegneri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 332 volte, 1 oggi)