ASCOLI PICENO – Un Ascoli che sicuramente non ha espresso un bel gioco nella gara interna con il Crotone, anche se nel primo tempo ha guidato il match schiacciando in difesa i rosso blu ospiti che hanno giocato di rimessa, opaca la prestazione di Cacia e Perez mal riforniti dalla mediana, mentre non ha brillato come sempre Jankto, buono l’esordio di Nicola Bellomo che nonostante non avesse i 90 minuti nelle gambe ha dimostrato tanta qualità in veste di play maker, non brilla nemmeno Grassi che spesso è troppo macchinoso. Buona la prova di Giorgi invece.

Lanni  6.5 – quando impegnato sfodera ottime parate evitando il raddoppio ospite

Antonini 6 – svolge bene il suo compito in difesa senza però essere mai pericoloso nella fase offensiva, tenta qualche cross senza buoni risultati

Cinaglia 5.5 – bene fino al momento del rigore

Milanovic 6 – puntuale come sempre poco preciso però nel far ripartire l’azione

Almici 6 – da lui ci si aspetta di più non macina sulla fascia come ci ha abituati

Jankto 6 – opaco nel primo tempo, nella seconda frazione ha degli ottimi spunti ma spesso esagera tenendo troppo palla

Giorgi 6.5 – il solito lottatore, l’unico a non mollare mai, nel recupero suo il cross per Grassi che poi colpisce il palo. Coraggioso.

Bellomo 6.5 – qualità e tecnica e anche l’unico che tenta di impensierire gli avversari con qualche incursione alcuni tiri dalla distanza. In crescita.

Grassi 6- troppo lento nelle ripartenze, non brilla come in altre occasioni, sfiora il gol di testa in due occcasioni. Si può fare di più

Cacia 5 – impalpabile la prova dell’attaccante ,al rifornito e spesso fuori dal gioco, sostituito nel finale da Caturano

Perez 5.5 – Ci prova, lotta ma anche lui come il suo compagno di reparto mal rifornito

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 245 volte, 1 oggi)