ASCOLI PICENO – I militari del nucleo operativo e radiomobile della compagni carabinieri di Ascoli Piceno hanno raccolto numerosi elementi a carico di quattro giovani magrebini residenti nell’hinterland Ascolano per la vendita illecita di droghe. L’inchiesta era partita nel febbraio 2015.

I ragazzi avevano aperto una vera e propria attività di spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Ascoli. Nei parcheggi di alcuni supermercati mentre i cittadini andavano a fare spesa, altri ragazzi andavano dai magrebini per acquistare le droghe.

I carabinieri, a seguito di ciò, hanno ricostruito la rete di spaccio (anche con immagini fotografiche) e all’alba del 27 ottobre si sono presentati nelle abitazioni dei magrebini eseguendo l’ordine di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Ascoli Piceno.

I magrebini fermati sono M. O. (residente a Colli del Tronto), K. M. (residente a Sant’Egidio alla Vibrata), A. B. (residente a Castel di Lama) e K. S. (residente ad Offida).

All’operazione hanno partecipato anche i militari di San Benedetto del Tronto e Alba Adriatica. Da Pesaro è giunta un’unità cinofila. Nelle abitazioni degli arrestati sono stati trovati alcuni grammi di hashish e marijuana e somme di denaro risultate provento della vendita di droga.

I magrebini sono stati arrestati per spaccio di sostanze stupefacenti e condotti nel carcere di Marino del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 908 volte, 1 oggi)