ASCOLI PICENO –  Il pm Umberto Monti ha  chiesto il rinvio a giudizio per  tre dirigenti del Comune di Ascoli Piceno ( Maurizio Curzi, Paolo Ciccarelli,  Cristoforo Weldon) e il presidente di una società partecipata del Comune di Ascoli con l’ accusa di omicidio colposo sui fatti relativi alla morte di Edouard Capponi, il 26enne studente russo che morì nel giugno 2013 a seguito delle gravi lesioni riportate due giorni prima cadendo da una balaustra sul Colle dell’Annunziata durante una festa universitaria.

Il pm ha dunque deciso che  i dirigenti andranno a processo, nel prossimo giugno. Gli indagati negano gli addebiti e ricordano che il Comune aveva deciso di intervenire sul Colle dell’Annunziata stanziando una somma per riparare la balaustra che poi ha ceduto provocando la morte del giovane.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte, 1 oggi)