Non c’è due senza tre per la cantina biologica Paolini e Stanford, che per il terzo anno consecutivo entra nel Gotha del vino del Merano Wine Festival, evento internazionale tra i più esclusivi del mondo enologico in programma da venerdì 6 a lunedì 9 novembre nella città altoatesina. L’azienda vitivinicola di Offida (AP) ha conquistato con il Marche Igt Petit Verdot 2012 il Bollino rosso d’eccellenza assegnato dalla giuria presieduta da Helmuth  Köcher, il “wine hunter” più famoso d’Europa che ogni anno seleziona una ristretta rosa di vini top destinati a rappresentare l’Italia del vino nella prestigiosa rassegna.

 

A stregare la commissione dei Merano Wine Awards è stata l’anteprima (annata 2012) di uno dei vini più particolari della cantina picena. Il Petit Verdot è infatti un vitigno francese originario della zona del Médoc: solitamente impiegato in uvaggi per produrre vini destinati a lunghi periodi di invecchiamento, a Offida ha trovato un terreno e un microclima ideale a esprimere tutte le sue migliori caratteristiche quando viene imbottigliato in purezza, regalando un grande equilibrio tra note vegetali e note fruttate.

 

La speranza per Paolini e Stanford è che il riconoscimento ottenuto quest’anno a Merano sull’anteprima del Petit Verdot 2012 possa rivelarsi di ottimo auspicio come è accaduto lo scorso anno con l’Offida Rosso Docg Baccofino 2011. Premiato al primo assaggio con il Bollino Rosso, infatti, a distanza di dodici mesi il Baccofino 2011 è stato incoronato questa settimana dalla Guida Oro I vini Veronelli 2016 tra i 29 “Grandi esordi”, quelle etichette capaci di raggiungere o superare al loro debutto l’ambita soglia dei 94 punti sul totale dei 100 disponibili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 248 volte, 1 oggi)