ASCOLI PICENO – Nel quadro del piano di vigilanza e prevenzione adottato nelle province di Ascoli Piceno e Fermo, nei scorsi giorni è stata ulteriormente intensificata l’attività della Polizia di Stato su strada anche mediante l’istituzione di posti di controllo e di blocco. Inoltre è stata posta una maggiore attenzione mediante una specifica attività di vigilanza agli obiettivi sensibili presenti sul territorio.

Solo nella giornata del 16 novembre nelle provincie di Ascoli Piceno e Fermo sono stati ottenuti dei risultati che testimoniano la presenza e l’attività degli uomini della Polizia di Stato sul territorio: 16 Posti di controllo, 316 persone identificate, 42 contravvenzioni al Codice della Strada e 215 veicoli controllati.  

L’intensificazione dell’attività di controllo e vigilanza ha interessato anche  la Polizia Stradale con servizi specifici  finalizzati al controllo dei veicoli  adibiti al trasporto di persone e di merci e alla verifica del rispettodelle norme riguardanti l’uso delle cinture di sicurezza e l’uso dei telefonini durante la guida.

Complessivamente sono state impiegate 119 pattuglie nell’arco delle 24 ore  rilevando 209 violazioni di norme del codice della strada e tra queste 15 infrazioni per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e 12 violazioni per l’uso dei telefonini alla guida. Nel corso dei dispositivi predisposti e compiuti presso i caselli autostradali e le arterie principali di questa Provincia sono state rilevate 37 violazioni in materia trasporto di merci su strada.

Infine, nel corso degli specifici servizi per il contrasto del fenomeno dell’alcolismo alla guida denominati “Stragi del sabato sera” che nella notte tra sabato 14 e domenica 15 novembre ha visto impegnato gli operatori del Distaccamento di Amandola, sono stati  trovati 13 conducenti che si erano posti alla guida dei propri mezzi in stato di ebbrezza alcolica. Complessivamente sono state ritirate 17 patenti di guida, 12 carte di circolazione e decurtati 290 punti dalle patenti di guida dei conducenti che sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 611 volte, 1 oggi)