ASCOLI PICENO – Una delegazione dei comitati Tutela Colline PIcene, Tutela del Bretta e Ci Rifiutiamo, facendo seguito agli impegni presi a seguito della manifestazione del 06/08, è tornata a colloquio in Prefettura, incontrando il capo di gabinetto Dott. Dinardo, al quale è stato illustrato il lavoro svolto riguardo alla situazione della valle del Bretta e delle due discariche li dislocate.

In particolare per la IPGI srl, si è nuovamente denunciato il perpetrarsi degli sversamenti di percolato, e per la GETA srl, le numerose criticità già riportate nelle osservazioni presentate alla Provincia chiamata a rilasciare l’autorizzazione per un ampliamento del sito. Tutto il materiale, comprendente relazioni, foto, immagini e video, è stato consegnato direttamente nelle mani del funzionario. Al Dott. Dinardo, che in un’ora e mezza di colloquio ha ascoltato con molto interesse le dichiarazioni della delegazione,  oltre a prestare maggiore attenzione al problema dell’inquinamento ambientale, le cui conseguenze creerebbero un forte disagio per tutta la cittadinanza.

Il funzionario ha compreso e condiviso le preoccupazioni dei comitati, che sono le stesse di tutta la cittadinanza, costretta a subire gli effetti della sciagurata decisione di gestire i rifiuti in emergenza, solo ed esclusivamente per volontà di una classe politico/istituzionale incapace di programmare e prendere decisioni responsabili che siano giuste ed eque per tutti. L’intento dei comitati è quello di continuare a vigilare sulla tematica, con monitoraggio costante sull’operato delle autorità competenti, affinché svolgano il proprio lavoro, nel rispetto dei principi dettati dalla costituzione per la salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 156 volte, 1 oggi)