ASCOLI PICENO – Salvatore Caturano analizza il prossimo match con il Cagliari e ringrazia mister Mangia per la fiducia datagli nella gara con il Perugia nonostante il ruolo non fosse il suo:

La vittoria sul Perugia ci ha dato morale e convinzione nei nostri mezzi, il Mister mi ha chiamato in causa in un ruolo che interpretavo per la prima volta e per questo mi ha spiegato nei dettagli quali erano i miei compiti e i movimenti che avrei dovuto fare. Su quella fascia avevo Del Prete, il terzino più forte della B quindi sapevo che non sarebbe stato facile, ma penso di aver fatto abbastanza bene quello che il Mister mi aveva chiesto.”

“Devo dire che mi sono trovato bene e poi, pur di giocare, coprirei qualunque zona del campo, sarei disponibile al massimo se volesse chiamarmi di nuovo  in causa. Cacia? Non lo scopriamo certo ora, è un attaccante di peso, che negli anni passati ha mostrato grandi qualità e noi giovani non possiamo che apprendere tanto da uno come lui, che, oltre che ad essere  un gran calciatore, è anche una grande persona. Lunedì affronteremo il Cagliari, squadra forte in tutti i reparti, ci stiamo lavorando in questi giorni e sappiamo che ci vorrà da parte nostra massima concentrazione e tanta voglia di fare sperando che possa servire per creare qualche difficoltà alla capolista”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 466 volte, 1 oggi)