Su sollecitazione del Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo si è svolto oggi pomeriggio un tavolo tecnico sulla problematica relativa ad alcuni episodi di sversamento di percolato verificatesi nel torrente Bretta che hanno destato l’allarme e le segnalazioni dei cittadini.

All’incontro erano presenti anche il Sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli, i vertici del locale Dipartimento Provinciale Arpam, i Dirigenti del Servizio Ambiente della Provincia e del Comune unitamente al Comandante della Polizia Municipale.

L’Amministrazione Provinciale sta infatti seguendo con grande attenzione e sollecitudine la situazione ambientale della Valle del Bretta: in particolare, nel corso degli ultimi anni, sono state svolte numerose e puntuali visite ispettive nonché periodiche e ripetute attività di controllo e di monitoraggio da parte del NOSA (Nucleo Operativo Speciale Ambiente) della Polizia Provinciale. Sono stati effettuati anche prelievi di campioni di reflui, poi analizzati dall’Arpam, con l’adozione da parte del Servizio Ambiente della Provincia dei conseguenti provvedimenti, oltre alle diverse segnalazioni alla competente autorità giudiziaria.

Nel corso dell’incontro è stato acclarato che i fenomeni di inquinamento per lo sversamento del percolato sono da ricondurre all’ex discarica privata IPGI, a cui la Provincia, in base alla normativa vigente, ha già intimato di avviare le procedure di bonifica del sito.

In considerazione che ad oggi la ditta non ha ottemperato a tali diffide, la Provincia aveva convocato l’incontro odierno al fine di individuare le possibili soluzioni tecniche ed amministrative per superare le problematiche evidenziate; adempimenti a cui, altrimenti, dovrebbero provvedere in via sostitutiva il Comune di Ascoli Piceno o la Regione Marche.

L’incontro si è svolto in un clima di reciproca collaborazione – sottolinea il Presidente D’Erasmovista la complessità delle diverse tematiche affrontate, è emersa nella riunione la necessità di svolgere approfondimenti, ciascuno per le proprie competenze, ma in particolare sotto il profilo giuridico“.

Il tavolo tecnico si è aggiornato a venerdì 11 dicembre.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 132 volte, 1 oggi)