ASCOLI PICENO – Prosegue con un passaggio fondamentale il complesso iter tecnico-amministrativo per la ricostruzione del ponte di Rubbianello sulla S.P. 238 ex S.S. 433 Valdaso a cui le Amministrazioni Provinciali di Ascoli Piceno e Fermo hanno lavorato fin dall’inizio dell’emergenza congiuntamente con grande impegno e proficua sinergia per dare il via definitivamente ai lavori di un’infrastruttura fondamentale per la cittadinanza e la mobilità dei comprensori interessati.

Giovedì 10 dicembre si svolgerà, infatti, la seduta di gara pubblica in cui l’organo di gara della Provincia di Ascoli Piceno provvederà ad aggiudicare provvisoriamente al miglior offerente i lavori per la realizzazione del ponte. Secondo le procedure previste dall’appalto integrato complesso, una volta verificati i requisiti in possesso dell’impresa nominata, quest’ultima dovrà poi procedere alla progettazione esecutiva e all’avvio dei lavori per l’opera entro la primavera-estate del 2016.

L’intervento, dell’importo complessivo di circa 3 milioni di euro, prevede la ricostruzione a geometria similare delle due campate crollate prestando particolare attenzione agli aspetti di inserimento dell’opera nel contesto ambientale mediante l’impianto di nuove essenze arboree e il reinverdimento delle nuove scarpate.

“Rinnoviamo il ringraziamento ai tecnici delle due Province che hanno lavorato fin qui con grande competenza” sottolineano con soddisfazione i Presidenti delle Province di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo e Fermo Aronne Perugini che evidenziano come  “ la seduta pubblica prevista va a completare definitivamente l’iter amministrativo superando ogni ostacolo burocratico e mettendo a disposizione della collettività strumenti e risorse capaci di assicurare la realizzazione di un’opera  incisiva dal punto di vista della sicurezza e nel contempo rispettosa degli elementi storici dell’infrastruttura”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 108 volte, 1 oggi)