ASCOLI PICENO – Il sodalizio tra Avis – Associazione Volontari Italiani Sangue –, AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma – e la scuola di danza “Miniera delle arti” di Tina Nepi costituisce ormai una tradizione nel presentare, a ridosso delle feste natalizie, uno spettacolo di beneficienza il cui ricavato viene devoluto a sostegno di iniziative rivolte al sociale.
“Varie Età”, per la regia dell’insegnante e coreografa Tina Nepi, omaggia la scomparsa dell’ascolano Gigi Filotrani, la cui vicenda passa attraverso un trapianto di midollo e la buona riuscita lo porterà a riflettere sull’importanza delle donazioni e a fondare, ad Ascoli, una sezione dell’AIL. Ma il destino si beffa di lui e, colpito da un tumore, terminerà tragicamente la sua vita.
Lo spettacolo si è svolto mercoledì 9 dicembre in un teatro al completo, dal loggione alla platea, il Ventidio Basso era gremito di un pubblico ansioso di vedere i propri figli, nipoti o parenti esibirsi sul palcoscenico. E la curiosità aumenta se tra i protagonisti della serata è stato citato anche il famoso Garrison Rochelle.

Sipario chiuso, deliziose ballerine con grandi ventagli di piume e passi smorfiosi hanno introdotto la storia del varietà televisivo, proposto già nel 2011 con “Varie età” dall’attore e regista Massimo Lopez, rivisitato da Tinadance con balletti, esibizioni canore e momenti comici, su musiche che hanno ripercorso gli avvenimenti più significativi dagli anni Settanta ai giorni nostri. Bimbi, adolescenti e ragazzi hanno portato in scena i programmi televisivi più amati dagli italiani che hanno storicizzato i vari sabato sera o le domeniche pomeriggio.
I ragazzi si sono esibiti in una sequenza di balli riproducendo, con la mimica del corpo e i costumi, programmi passati come 90° minuto, Happy Days, Fantozzi, lo sbarco sulla luna, e odierni di punta come Amici. Lorenzo Capecci, 13 anni di età, si è distinto per la sua spiccata dote interpretativa, conoscenza tecnica e fluidità di movimenti. Per ogni tipo di balletto, dal classico al hip hop, ha dimostrato la capacità di calarsi nel personaggio e portarlo in scena con una naturalezza che ricorda le performance di ballerini esperti.
La riflessione e il ricordo verso Gigi Filotrani è stato sottolineato con danze contemporanee nelle quali le movenze del corpo e la sequenza dei passi inducevano ad una introspezione e ad un soffermarsi sull’importanza di donare per continuare la vita. La sequenza di immagini affidata al video artist Pietro Cardarelli, ha posto l’attenzione sia sul valore di una donazione, “Il sangue è vita”, sia sulla sensibilità delle persone che, attraverso le foto di famiglia di Gigi, hanno potuto riflettere sulla imprevedibilità della vita.
Tra la vivacità delle coreografie dei più piccoli e la loro estrema allegria e spontaneità, la regia teatrale che più volte ha fatto uso delle entrate in scena dalla platea, escamotage ormai noto agli habituè del teatro, e i dirompenti balletti di hip hop, il varietà veniva ripreso dall’ugola di Gianluca Bessi, insegnante di danza della “Miniera delle arti” di Tina, dai prestigiosi trascorsi in Rai e a teatro, come ballerino e cantante solista in operette e commedie musicali. Si è esibito come cantante di varietà proponendo pezzi storici della canzone italiana.
Nel varietà è sempre previsto anche il momento dell’ospite: il gruppo di giovani ballerini hip hop “Crazy Log” di Pescara ha interpretato la cultura urbana con un ballo in cui il mix di passi e tecniche hanno creato una esibizione come una crew americana.
Come da copione, la star si esibisce nella parte finale di uno spettacolo e il pubblico del Ventidio è stato ammaliato dalla sorprendente capacità canora di Garrison Rochelle. Amico di Tina Nepi, presente in tutti i suoi spettacoli, ha augurato Buon Natale con due canzoni tratte dal suo inedito realizzato con il direttore d’orchestra Beppe Vessicchio. Estimatore ormai da anni della città, ha scelto il palco del Massimo cittadino per il suo debutto in qualità di cantante.

Lo spettacolo si è concluso con la consegna dell’assegno di duemila euro devoluti all’AIL di Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)