ASCOLI PICENO – La Federconsumatori Provinciale di Ascoli Piceno contesta l’aumento del costo annuale dei permessi per la sosta dei residenti nel centro storico, che il Comune di Ascoli Piceno, su sollecitazione della SABA, si appresterebbe a deliberare per l’anno 2016.

In una nota,la Federazione Provinciale scrive che “il Comune starebbe infatti valutando l’ipotesi di raddoppiare il costo annuale dei permessi per la sosta, senza tuttavia garantire idonee misure volte a far sì che i residenti possano effettivamente reperire posti disponibili per il parcheggio nelle aree a loro riservate. Diversi cittadini ci hanno segnalato l’estrema difficoltà, in alcune zone del centro, nel trovare parcheggi liberi soprattutto nelle fasce serali e durante il fine settimana, dove si assiste spesso al fenomeno del “parcheggio selvaggio” da parte di soggetti non autorizzati alla sosta.”

Prosegue la nota: “di fronte a questa situazione i cittadini residenti, pur disponendo del permesso per il parcheggio, sono costretti a sostare nelle zone blu, dopo aver girovagato per un tempo interminabile, dovendo pagare il costo della sosta per non rischiare sanzioni. Invitiamo pertanto il Comune ad un’ulteriore riflessione prima di procedere con il raddoppio delle tariffe in questione, che, peraltro, andrebbe ad aggravare ulteriormente la situazione economica, già disastrata dalla crisi e dalla mancanza di lavoro, di tante famiglie ascolane.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 258 volte, 1 oggi)