ASCOLI PICENO – E’ stata una lunga carrellata di atleti, tecnici e dirigenti sportivi ma alla fine il Gran Galà dello Sport è andato bene anche quest’anno.

L’evento organizzato dall’amministrazione comunale al Teatro Ventidio Basso è stato presentato dai giornalisti Valerio Rosa, Miriam Spina e Roberta Piergallini e ha voluto premiare i protagonisti del 2015 a cominciare dal mister del Monticelli, Nico Stallone a cui è andato l’Oscar per il miglior allenatore dell’anno. Gli altri Oscar dello Sport sono andati a Francesco Ceci quale miglior atleta, all’Ascoli Picchio come miglior squadra e a Romano Fenati premiato con l’Oscar del Fair Play intitolato a Costantino Rozzi. Fenati assente a causa degli impegni sportivi ha salutato i presenti attraverso un video messaggio molto simpatico.

Ospiti della serata sono stati poi tre atleti molto conosciuti: i calciatori Giuseppe Giannini detto ‘Il Principe’ capitano della Roma prima di Francesco Totti, il terzino giallorosso Emidio Oddi nativo di Castorano e il pallavolista Marco Meoni ex Lube Macerata e indimenticato campione della nazionale azzurra.

Il Premio Sport e Vita è invece andato al nostro giovane collega giornalista ed ex arbitro di calcio Andrea Ferretti per aver combattuto contro la malattia e averla battuta tra mille difficoltà. Tanti, oltre cento i premiati, tra cui ben 20 medagliati ai campionati italiani, tre società sportive e tre campioni internazionali: Fabrizio Ciavatta della Flipper Triathlon, Davide Alesi della Kick Boxing Ascoli e la società Flipper Triathlon terza classificata all’Ironman European Champions. Due i premi alla carriera a mister Serafino Giorgi per il calcio e a Dalmazio Salvati per la lotta.

Un premio speciale è andato al Team Ceci Dreambike che quest’anno ha festeggiato i 40 anni di attività. Ben 17 sono stati i Campioni Italiani: Davide Ceci per il ciclismo, Simone Comini dell’Asa Ascoli, Roberto Bassi, Alessandro Funari e Carlotta Paoletti per la boxe, l’arciere Stefano Pontati, Davide Gandini e Daniele Velli per l’automobilismo, Mirko Pognoloni per la lotta, Silvia Santori per il nuoto, Benedetta Confini, Emily Sofia Petracci, Giorgia Gennari e Aurora Bernardi per la ginnastica ritmica, Irene Legault per il tiro a segno, i nuotatori master Bianca Maria Franchi, Irene Castelli e Michele Ragno e Pierluigi Acciaccaferri dell’Asa Ascoli.

Premiata anche Fabiola Spinelli, appena rientrata dal Madagascar dove si è aggiudicata la Nosy Be Marathon Challege che  fa parte del circuito Terramia delle Islands Marathons, le maratone nelle più belle isole del Mondo. Emozionante poi è stato il momento Coni con l’assegnazione dei premi assegnati dal Coni nazionale. A consegnarli è stato il delegato provinciale e Maestro dello Sport Armando De Vincentis e la vice presidente regionale Tania Belvederesi. ‘E’ stata una serata davvero ricca di emozioni – ha dichiarato il sindaco Guido Castelli – con tante eccellenze del territorio ascolano che danno lustro alla città e portano il nome di Ascoli in giro per il mondo. Davvero complimenti a tutti ma lasciatemi anche ringraziare tutti coloro, dirigenti, tecnici e genitori, che con tanta fatica e sacrifici affiancano questi campioni nel loro percorso sportivo’.

Soddisfatto anche l’assessore allo sport, Massimiliano Brugni: ‘Voglio innanzitutto ringraziare tutti i presenti – ha detto – e in particolare il dirigente del servizio sport Maurizio Curzi, il responsabile Sandro Marcantoni e tutti i dipendenti che si sono prodigati per la riuscita di questo Gran Galà del 2015 dando poi l’appuntamento al prossimo anno con la speranza di festeggiare la salvezza dell’Ascoli e del Monticelli nel calcio e magari qualche nostro atleta alle Olimpiadi del Brasile’.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 184 volte, 1 oggi)