ASCOLI PICENO – Sarà il terzo Natale di presidio per gli “Irriducibili Haemonetics”. I lavoratori proseguono la battaglia per poter tornare al proprio posto di lavoro.

Il segretario provinciale UGL, Giuseppe Marucci dice che “l’articolo 28 è ancora in corso. La prossima udienza si terrà il 22 marzo. Questa fabbrica non è destinata a chiudere. Dovranno esserci nuove attività. Ci aspettiamo delle novità nei prossimi mesi. Il presidio verrà mantenuto e per questo chiediamo al presidente D’Erasmo di poterci consentire di continuare ad utilizzare il container. Queste donne e uomini che lottano  otterranno ciò che vogliono, ne siamo sicuri”

Anche Domenico D’Antonio, ex RSU, dice che “chi vorrà rilevare questo stabilimento, troverà persone con grandi capacità e buona volontà che vogliono tornare a lavoro. Facciamo un’appello al Vescovo per venirci a trovare, per una benedizione”, mentre l’avvocato Francesco Ciabattoni sottolinea “la mancanza di sensibilità culturale da parte delle istituzioni. E’ una classe politica che  non ha salvaguardato il lavoro e che manca di programmazione”.

Infine Serena Fanini, ex RSU, dice che ” ci sono voci di interessamento della Pfizer per lo stabilimento e per far ripartire l’occupazione. Questa è una battaglia che facciamo per tutto il territorio”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 166 volte, 1 oggi)