ARQUATA DEL TRONTO – I lavoratori dicono sì all’ipotesi di Accordo Integrativo Aziendale da applicare alla Unimer spa di Arquata del Tronto: questo è l’esito della ratifica approvata dai lavoratori venerdì 18 dicembre.

“L’Accordo è stato faticosamente, ma positivamente concluso, partendo dalla consapevolezza che si dovesse rinnovare, anche durante una crisi devastante come quella attuale, con realismo, ma anche nel rispetto e con la considerazione dei lavoratori (le cosiddette risorse umane), da parte dell’azienda, come, appunto, risorse e non come un problema e solo un costo” scrivono in una nota la Cisl e la Cgil.

“E’ del tutto evidente che tutto si tiene se c’è un sistema di relazioni sindacali corretto e trasparente, se c’è il pieno rispetto e riconoscimento della Rappresentanza Sindacale ed un continuo confronto e partecipazione nella costruzione delle scelte – continua la nota sindacale – Nel merito, era importante ed  indispensabile uscire da una fase critica, che durava ormai da oltre 3 anni, con  l’istituzione di un premio di partecipazione triennale, legato a criteri ed obiettivi di qualità, produttività ed assiduità al lavoro, con verifiche periodiche, affinché sia il più possibile verificabile, esigibile e raggiungibile, oltre al riconoscimento  del disagio legato a particolari turnazioni”.

“Complessivamente, quindi, si ritiene che è possibile e necessario continuare a fare contrattazione ed accordi, in qualsiasi situazione e su tutti i temi oggi sul tappeto, rispetto alle modalità con cui affrontare la competitività del mercato, senza ricorso a “scorciatoie” ma con grande senso di responsabilità, attraverso il coinvolgimento dei lavoratori ed investendo sia in ricerca ed innovazione, che, soprattutto, sulle risorse umane. Aspetto, quest’ultimo, che fa risaltare il fatto che, quando c’è la volontà di affrontare le problematiche con un’ottica di sviluppo e di corrette relazioni sindacali, viene fugato ogni dubbio circa la inutilità di agire esclusivamente sulla leva dei diritti e sul salario dei lavoratori” si legge infine.

 

(Letto 186 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)