ASCOLI PICENO – Si tracciano i bilanci di fine anno e lo fa anche il Consiglio Comunale di Ascoli.

Il presidente Marco Fioravanti sottolinea  “i  buoni risultati raggiunti insieme a tutti i consiglieri. L’ufficio di Presidenza lavora sempre a stretto contatto e non è sempre facile far coincidere gli impegni di tutti. In questo anno considero molto importante aver consentito la diretta streaming e la razionalizzazione dei costi: penso alla Pec per i consiglieri e il risparmio in termini di uso di carta. Anche le rettifiche vengono comunicate via sms. Nel 2015 ci sono state 62 delibere, 6 mozioni presentate  e  due ordini del giorno discussi. Sottolineo anche l’importanza della discussione sulla video-sorveglianza e sull’approvazione della TARI, mentre proprio ieri abbiamo approvato il DUP. E’ previsto un ulteriore giorno a disposizione dei cittadini per il loro ricevimento nel nuovo centro di Monticelli”.

Continua Fioravanti: ” Vorrei poter continuare a collaborare con la minoranza e vedo un confronto utile per il bene della città. Si devono rispettare le regole e spero di poter riuscire ad inserire tutte le interrogazioni all’interno dei Consigli.”

Il consigliere del Movimento 5 Stelle Massimo Tamburri ricorda l’importanza del “lavoro di commissione. Rilevo, però, troppa lentezza da parte degli uffici comunali: anche per l’accesso agli atti deve esserci maggiore velocità. Mentre rilevo che il Pd si preoccupa solo di visibilità, visto che il caso Ecoinnova lo avevamo segnalato noi già da tempo”

Infine, la consigliera Laura Balestra auspica “un maggior numero di eventi culturali, come il Filo di Sofia. Stiamo lavorando per portare qui la rievocazione storica sull’Antica Roma, Artocria, che sta avendo successo a Cupra Marittima. Dall’Amministrazione vedo la volontà di collaborare e i problemi non si superano con la polemica ma con il confronto”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 360 volte, 1 oggi)