ASCOLI PICENO – Le “imprese femminili”, in provincia di Ascoli Piceno, sono 5.786 e rappresentano il 23,46% del totale: è il risultato che si evince dai dati dell’Osservatorio dell’Imprenditoria femminile di Unioncamere-InfoCamere, aggiornato al 30 settembre di quest’anno, il quale  conferma che la presenza femminile nel sistema produttivo nazionale è di tutto rilievo: sono oltre 1 milione e 310mila le attività guidate da donne, pari al 21,62% del totale.

La provincia di Ascoli Piceno, dunque, fa segnare una percentuale di “imprese rosa” superiore sia a quella italiana che a quella marchigiana, attestata nella media al 22,89%.

Il dato piceno è in linea con quello della provincia di Ancona (23,47%), leggermente inferiore al maceratese (23,63%) e superiore sia alla percentuale della provincia di Fermo (22,84%) sia a quella di Pesaro-Urbino (21,24%).

“La Camera di Commercio – ha dichiarato il suo Presidente Gino Sabatini – considera l’imprenditoria femminile una risorsa per il territorio, fondamentale per la sua rinascita perché racchiude in sé quella voglia di innovare e accettare le sfide della globalizzazione dei mercati di cui abbiamo bisogno. Sosterremo, nel 2016, le ‘imprese rosa’ così come i giovani e tutti gli imprenditori che vorranno lottare con noi con l’obiettivo di valorizzare il Piceno nella sua interezza”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 80 volte, 1 oggi)