ASCOLI PICENO – Il campionato per i bianconeri riprenderà il 18 gennaio, nel posticipo contro la Virtus Entella, lo staff ha previsto così due settimane di lavoro intenso di cui una settimana di lavoro a Roma in ritiro da domani.

Sono 24 i convocati da mister Mangia: Addae, Almici, Altobelli, Antonini, Cacia, Canini, Carpani, Cinaglia, Del Fabro, De Grazia, Frediani, Giorgi, Grassi, Jankto, Lanni, Mengoni, Milanovic, Nava, Pecorini, Perez, Petagna, Ragni, Svedkauskas, Quaranta.

Esclusi Bellomo, Caturano e Berrettoni, molto probabile quindi la loro partenza, il fantasista barese nell’ultima partita in casa aveva manifestato malumori, mentre Caturano e Berrettoni non hanno trovato quasi mai spazio ne con Petrone ne con Mangia. Berrettoni capitano del Picchio in Lega Pro e sempre uomo spogliatoio si è comportato da vero professionista durante le due gestioni accettando la panchina, le sue qualità sono indiscusse ma sicuramente tre trequartisti in un modulo quello di Mangia che non lo prevede sono troppi, Grassi invece che forse troverà meno spazio è più duttile ha ricoperto altri ruoli e potrebbe tornare utile anche come regista o seconda punta.

L’Ascoli è interessata al centrocampista del Bologna Pulzetti, in partenza ma alo Spezia è molto vicino ad assicurarsi le sue prestazioni. Sempre vivo l’interesse per il capitano del Lanciano Mammarella, il club abruzzese in una situazione economica difficile sta perdendo alcuni pezzi importanti. Il classe ’92 Dezi del Napoli è cercato sia dall’Ascoli che dal Novara. In uscita Pirrone che andrà al Pavia, e Tripoli che probabilmente andrà a Mantova, d’altronde il  patron biancorosso Di Loreto, ha dichiarato: “Puntiamo a Marchi e Tripoli per l’attacco”

Domani sarà il primo giorno in bianconero per Rowen Muscat, centrocampista maltese proveniente dal Birkirkara, terza forza della Premier League maltese (squadra nella quale ha militato fino a dicembre anche Fabrizio Miccoli). Oggi al quotidiano Times of Malta il calciatore ha dichiarato:“I’m really geared up to start training and playing for my new club Ascoli” (Non vedo l’ora di giocare per il mio nuovo club l’Ascoli ). Ha poi continuato:”La scorsa estate, dopo la partita contro il West Ham in Europa League, ho avuto un’offerta per giocare a Cipro, ma non mi entusiasmava e ho rifiutato. La serie B italiana, invece, mi piace. Credo di essere tra i primi maltesi a giocare a così alto livello in Italia e voglio dimostrare di meritare questa opportunità. Non ho ancora parlato con mister Mangia, ma il mio agente mi ha detto che lui è entusiasta di avermi in squadra e questo è molto importante per me. So che giocare all’estero non sarà facile ma vado ad Ascoli con fiducia e tanta voglia di far bene. Con la Nazionale ho giocato contro alcune grandi squadre e le mie prestazioni sono state positive: questo mi dà maggiore fiducia. Ho sempre sognato di giocare all’estero e spero che questo trasferimento sia un passo avanti della mia carriera: è una grande opportunità e voglio fare del mio meglio”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 417 volte, 1 oggi)