ASCOLI PICENO –  E’ stato rinnovato, nella mattinata dell’8 gennaio, il Patto per la Sicurezza tra la Prefettura di Ascoli e il Comune di San Benedetto del Tronto.  Il documento viene rinnovato dopo alcuni anni. Infatti, già nel 2010 venne stipulato il primo Patto tra i due Enti e nel 2012 rinnovato per un anno. Nel 2013 ci fu un ulteriore rinnovo e quindi scaduto nel marzo 2015. Presenti all’incontro il sottosegretario agli Interni, On. Gianpiero Bocci, il Prefetto di Ascoli, Graziella Patrizi, il Presidente della Provincia, Paolo D’Erasmo, il Sindaco di San Benedetto, Giovanni Gaspari e i vertici di tutte le Forze dell’Ordine

In questa nuova intesa vi è una maggiore collaborazione tra le Forze di Polizia, compresa la Polizia Locale tramite l’impegno ad assicurare una pattuglia dedicata agli interventi di sicurezza urbana. In particolare ci saranno maggiori controlli sulla viabilità urbana, sui fenomeni legati all’abuso di alcool, sulle situazioni di degrado o isolamento, sull’accattonaggio. E’ prevista la realizzazione di un progetto sulla videosorveglianza non attuata nel precedente Patto.

Maggiori controlli sulla movida notturna e dei fenomeni di disturbo della quiete pubblica tramite il potenziamento dei controlli di polizia dei locali notturni. Altri importanti impegni prevedono il potenziamento dell’organico (per il periodo estivo) e nuove iniziative di formazione della Polizia Municipale.

Soddisfazione del Sottosegretario agli Interni, Bocci che sottolinea “il grande lavoro fatto in questi tre anni dalla Prefettura di Ascoli. L’anno che si è chiuso  ha visto un trend decrescente dei delitti, un dato che non è sovrapponibile a molte altre Province. San Benedetto è una città sicura e lo stesso si può dire della Provincia. Merito di questo è delle Forze dell’Ordine, che non smetterò mai di ringraziare. Possiamo parlare di sussidiarietà tra Enti per questo Patto.”

Anche il Prefetto Graziella Patrizi  parla  di “sinergia operativa fondamentale. Ho rilevato una forte identità territoriale che è servita per tutelare il nostro territorio, che resta uno tra i più sicuri”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 301 volte, 1 oggi)