ASCOLI PICENO – Il 18 gennaio 2016 inizierà il trasloco del Comando della Polizia Municipale di Ascoli Piceno presso la nuova sede, realizzata nell’immobile ex GIL di Viale Federici, da poco restaurato.

Questo il commento dei Sindaco Castelli: “ Presumiamo che le attività propedeutiche al completo trasferimento dei servizi attualmente localizzati nella sede di San Pietro in Castello possano durare una decina di giorni. Evidentemente si potranno verificare alcune fisiologiche disfunzioni ma i servizi della Polizia Municipale saranno erogati senza soluzioni di continuità. Si tratta di un ulteriore, fondamentale obiettivo conseguito dall’amministrazione comunale che grazie a questa opera, da un lato, completa la strategia di rifunzionalizzazione dell’area NORD di Campo Parignano e, dall’altro, definisce in modo ultimativo il complesso di rapporti con l’ASUR che, tra le altre cose, ha consentito l’attivazione del polo universitario nel vecchio ospedale Mazzoni”

La costruzione iniziò nel 1935 e fu inaugurata il 04 novembre 1939. Durante la guerra, interrotte le attività didattico – educative nell’immobile, esso fu occupato dalle truppe inglesi e polacche e subì danni agli infissi a causa delle esplosioni che distrussero alcuni ponti.

Nel dopoguerra, dopo un primo restauro, l’edificio fu adibito a Scuola Professionale Femminile, a Sezione di Specializzazione delle Telecomunicazioni dell’Istituto Tecnico Industriale e, dal 1981 al 1993, a sede dell’Istituto Autonomo Case Popolari (porzione ora sede dei Vigili Urbani), mentre la rimanente porzione è sede della multisala cinematografica Publiodeon dal 1994. Il complesso è stato formalmente vincolato dal Ministero dei Beni Culturali nell’aprile 2005.

I lavori appena ultimati hanno riguardato: il consolidamento della struttura in calcestruzzo armato, principalmente mediante trattamento delle armature, rifacimento del copriferro con male speciali e rinforzo con fibre di carbonio; il restauro delle finiture originarie dell’edifico (pavimenti e rivestimenti in marmo, intonaci, rivestimenti esterni in mattoncini e marmo, infissi) con integrazione e sostituzione delle parti mancanti o non riutilizzabili, in particolare degli infissi; installazione di ascensore, adattamento della distribuzione interna e integrazione dei servizi igienici per le nuove necessità d’uso, realizzazione di una scala di sicurezza, realizzazione di impianto di riscaldamento e climatizzazione a pompa di calore; installazione degli impianti telefonici e informatici con collegamento mediante fibra ottica.

“Lo stanziamento per l’intervento è stato di € 2.550.400,00 di cui € 700.000,00 per l’acquisto dell’immobile dalla A.S.U.R. Il progetto posto in gara prevedeva un importo per lavori di € 1.452.000,00 oltre I.V.A.. I lavori sono stati eseguiti dal Raggruppamento temporaneo tra le Imprese Campanelli Costruzioni S.p.A. di San Paolo di Jesi e la Elettrocupra S.r.l. di Cupramontana. L’ing. Ballatori del servizio progettazione del Comune ha seguito e coordinato i lavori. “

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)