ASCOLI PICENO – Riunire, utilizzare e assaporare le eccellenze delle nostre terre per difendere il Piceno.E’ l’anima della cena-evento “Gustiamoci il Piceno” organizzata dal Comitato No Trivelle nel Piceno  e in programma giovedì 21 alle 20 presso l’Enoteca Regionale di Offida per sostenere l’impegno morale e materiale di cittadini, associazioni, comitati e Comuni contro le trivellazioni. L’obiettivo della serata è quello di mettere in mostra e apprezzare le bellezze e le tipicità che le trivellazioni rischiano di distruggere. Si potranno degustare i vini  del Consorzio Vini piceni e di Terroir Marche ai banchi d’assaggio curati dall’Associazione Italiana Sommelier di Ascoli.

Rocco Vallorani del Comitato parla dell’evento che “sarà caratterizzata dai prodotti tipici del Piceno e con chef del territorio. Ci saranno anche testimonianze dall’Abruzzo e dalla Basilicata, regioni che vivono problemi simili ai nostri. Tra gli ospiti ci sarà anche Dario Faini che allieterà la serata” Anche un’altro esponente del Comitato, Rocco Illuminati  ricorda che “l’era dei combustibili fossili è terminata e ci sono nuove tecnologie che hanno superato il petrolio. Ma questo governo sta andando nella direzione opposta, avallando trivellazioni e perforazioni. Dobbiamo tutelare le nostre eccellenze, da Colli a Ripatransone a Offida. La situazione sul mare è ancora peggiore vista l’importanza vitale per il turismo estivo. L’Italia non ha bisogno di queste cose, perchè vive d’altro e il petrolio dei nostri mari è di scarsa qualità. La nostra è una sfida apartitica  e apolitica.”

Infine anche Giovanni Vagnoni, sempre del Comitato anti trivellazioni dice che “possiamo arrivare a denunciare e diffidare il ministero dell’Ambiente sul trivellare il nostro territorio. Vorrei ringraziare il professor Di Salvatore che ci sta aiutando per riuscire a portare avanti la nostra battaglia”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)