E’ stata una partenza pessima per l’Ascoli di Mangia in questa prima giornata del 2016. I bianconeri partono bene e per 27 minuti controllano bene l’Entella.

Poi il buio. Dopo il primo gol, ritornano i problemi accusati in questi ultimi mesi. Uno dei più gravi (se non il più grave) è sempre lo stesso: dopo la prima rete subita, la squadra si scioglie come neve al sole, lasciando campo e praterie aperte agli avversari. Dopo l’1-0, l’Entella ha fatto quello che ha voluto, complici i giganteschi, gravi errori della difesa (tutti inclusi) e nelle disattenzioni altamente macroscopiche di Svedkauskas (fortunatamente il ritorno di Lanni è vicino)

Sabato prossimo contro il Lanciano serve una prova di carattere contro una diretta concorrente. Anche la successiva gara casalinga contro il Latina dovrà portare una vittoria. Adesso non si possono più fare figuracce come quelle di  ieri sera. I tifosi non lo meritano. La B deve restare ad Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 288 volte, 1 oggi)