CASTEL DI LAMA – Due ragazzini stranieri di 13 e 17 anni sono rimasti intossicati dalle esalazioni di monossido di carbonio sprigionate da un braciere lasciato acceso durante la notte in un’abitazione di Castel di Lama. A quanto riportato dall’Ansa, a dare l’allarme sono stati i familiari, che dormivano in un’altra stanza.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e le ambulanze del 118 che hanno trasferito i due giovani in ospedale: le loro condizioni non sono gravi.

Il braciere era stato acceso all’esterno della casa con della carbonella. Quando le fiamme si erano spente, era stato portato nella camera da letto dei due giovanissimi per riscaldarli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)