ASCOLI PICENO – Nella conferenza  stampa in Questura ad Ascoli, sono stati svelati i dettagli di un episodio criminale. Le forze dell’ordine hanno sventato un furto ai danni del rifornimento TE 24/24 in viale della Repubblica ad Ascoli Piceno. E’ successo alle prime ore del 25 gennaio.

E’ stato arrestato Marin Carstea, 28enne rumeno. In fuga un suo complice. Avevano trafugato dalla stazione di servizio 60 mila euro. Il bottino è stato prontamente recuperato dalle forze dell’ordine.

Ecco il resoconto della conferenza stampa effettuata in Questura.

Alle 3.30 del 25 gennaio il personale in servizio presso il Corpo di Guardia della Questura e presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha udito un forte rumore provenire dal distributore di carburante “TE 24/24”, situato nelle immediate vicinanze della Questura in viale Indipendenza.

Immediatamente recatisi sul posto gli Agenti di Polizia hanno sorpreso due uomini, vestiti completamente di nero, travisati con passamontagna che erano intenti a caricare su di  una Fiat punto grigio (presumibilmente rubata poco prima a Pagliare del Tronto) la colonnina della cassa automatica appena sradicata attraverso l’utilizzo di un’autocarro Iveco  di proprieta’ di “PicenAmbiente” anche questo rubato poche ore prima a San Benedetto del Tronto.

I due, accortasi della presenza del personale della Polizia di Stato, hanno immediatamente abbandonato i mezzi e la refurtiva e sono fuggiti a piedi nelle vie circostanti. Tramite la Sala Operativa della Questura venivano diramate immediamente le ricerche alle altre pattuglie della Volante presenti sul territorio.

E’ proprio una di queste Volanti, con eccezionale acume investigativo e spirito di osservazione, ha notato transitare in questa via Mediterraneo un autocarro  del ristorante “Mister Ok” la cui presenza, vista l’ora, ha destato sospetti da parte dei poliziotti. Al momento di intimare l’alt al conducente del veicolo, questo ha accelerato immediatamente e si è dato ad una precipitosa fuga in direzione di questa via Torricella. Come si è appurato poi i due ladri per garantirsi la fuga avevano appena rubato il furgone parcheggiato in zona.

Vistisi scoperti i due hanno tentato di seminare la volante e ne e’ scaturito un inseguimento per le vie del centro che ha avuto termine in via Castellano dove il mezzo si e’ schiantato contro il muro.

I due individui tentavano nuovamente la fuga a piedi ma uno uno dei due, Carstea Marin (nato in Romania nel 1988 e residente a Tortoreto con numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio), e’ stato immediatamente bloccato da personale delle Volanti ed arrestato. L’arrestato veniva accompagnato presso la Questura di Ascoli Piceno e successivamente ristretto presso la Casa Circondariale di Ascoli Piceno su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Tutto il contante della refurtiva , pari a oltre 60 mila euro, è stato recuperato e riconsegnato al gestore. Sono in corso le indagini da parte della Squadra Mobile per identificare il secondo ladro e per accertare se la banda sia coinvolta in altri recenti furti a stazioni di servizio nelle province.

Il capo della Squadra Mobile, Patrizia Peroni aggiunge che “si sta controllando se questi soggetti sono stati responsabili di altri furti in zona. Si colpiscono i distributori proprio perchè sono sempre pieni di contanti. Abbiamo visto che stanno aumentando le rapine anche violente contro queste attività. Ci fa piacere che la Total Erg ci ha chiamato per complimentarsi con noi per l’avvenuto recupero del denaro.”

Il Sostituto Commissario Paolo Mucci  ricorda come la Questura ascolana sia molto impegnata “nel controllo assiduo del territorio. Un’evento simile è accaduto anche ad un distributore di Monticelli. Le telecamere in alta definizione servono anche per identificare bene i volti”

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.991 volte, 1 oggi)