ASCOLI PICENO – Dopo 40 anni è vicina la definitiva adozione del PRG che dovrebbe avere l’ultimo via libera dal Consiglio Comunale.

Il sindaco Guido Castelli esprime soddisfazione “dopo che il Prg è  stato adeguato dopo le osservazioni della Provincia. E’ stato un buon lavoro realizzato dall’architetto Cervellati e dagli altri progettisti che ringrazio calorosamente. E’ stato un rapporto proficuo quello con la nostra e le Amministrazioni precedenti. Questo Prg è un punto di partenza per le nuove strategie urbane.”

L’architetto Pierluigi Cervellati spiega che “Castelli e Lattanzi hanno fatto un ottimo lavoro e  portato a termine questo importante piano. Grande soddisfazione far arrivare in porto il PRG dopo averlo adeguato al PPR. Credo sia in arrivo un importante futuro per la città. Questo Prg si basa su una serie di elementi tecnico-scientifici importanti. Anche se c’è stato un decremento demografico, aumentano i nuclei familiari e richiesta di nuovi alloggi”

E parlando anche del nuovo parco fluviale sul Tronto e sul Castellano, Cervellati sostiene che “sarà un’importante veicolo per il turismo, risorsa fondamentale per Ascoli. Verrà anche introdotto il principio degli orti urbani, in modo da riportare in voga la figura del manutentore del territorio. Inoltre, il Prg darà via al nuovo Polo Tecnologico, ma prima si dovrà partire con la bonifica dell’area Carbon. Questo Piano da molta attenzione al territorio e alla sua storia e qui è importante l’Università. elemento fondamentale per la città tutta. Non possiamo certo dimenticarci del cambiamento climatico che ha un costo enorme per la collettività.”

Infine, “se c’è un rinnovamento anche delle zone di costruzione recente si riqualifica la città per un miglioramento anche economico per tutti”.

L’architetto Alessandro Traini  ricorda che “gli abitanti pianificati dal PRG sono 5mila circa. Ci sarà spazio anche per nuove zone ciclopedonali e aree verdi, compresi i 50mila metri quadri del Parco Fluviale. Il PRG cercherà di riportare nuovi residenti in città, attratti dai comuni limitrofi che hanno offerto alloggi spesso di scarsa qualità. Si è puntato molto anche per evitare lo spopolamento delle frazioni”.

Infine l’assessore Luigi Lattanzi parla della “conclusione di questa procedura molto complessa portata avanti in modo trasparente con tantissimi tavoli di concertazione. Siamo molto grati ai progettisti e ai dirigenti. Auspichiamo che la bonifica dell’area Carbon parta il più presto possibile perché quest’area è il cuore del PRG. C’è un progetto credibile di sviluppo sostenibile e  attento alle esigenze dei territori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 255 volte, 1 oggi)