ASCOLI PICENO –  La Giornata della Memoria è stata celebrata anche ad Ascoli. Grazie all’Associazione  “Il Portico di Padre Brown” insieme al Comune di Ascoli, la Provincia e la Prefettura, sono stati coinvolti molti bambini delle scuole ascolane.

Particolarmente emozionante e coinvolgente è stata la testimonianza del Rabbino Michael Ulrich, uno dei pochi superstiti dell’Olocausto e rinchiuso nel campo di concentramento di Buchenwald. Il religioso ha perso tutta la famiglia durante la 2 Guerra Mondiale ed è sopravvissuto grazie ad una donna cattolica. “Chi salvava un ebreo, era condannato a morte e questa nostra amica di famiglia ha corso un grande pericolo per mettermi in salvo. In seguito lei è stata riconosciuta Giusta tra le Nazioni a Gerusalemme” ha ricordato Ulrich. Il rabbino non ha voluto raccontare i dettagli più crudi di questa esperienza per non turbare i più piccoli.

“Un intero quartiere polacco di Varsavia è stato spedito nei campi di concentramento per una vendetta da parte tedesca in seguito ad un’attentato. Erano tutti non ebrei” dice. “A 9 anni ho dovuto decidere se restare con questa donna o seguire  il mio popolo. Per me l’Olocausto continua ancora oggi. Io non ho vissuto ne infanzia, ne giovinezza. Dopo la guerra ho provato a cercare dei parenti ancora vivi, ma non ho trovato nessuno”

Rav Ulrich ha anche fondato un’organizzazione per i sopravvissuti dall’Olocausto. “Con tutto quello che succede nel mondo dovete fare in modo che non accadano più eventi di questo genere. Voi vivete in una città così bella e dovete fare in modo che resti così. Dobbiamo parlare ai giovani, sono loro la nostra eredità per il futuro”.

Nel pomeriggio si è poi svolta la ormai tradizionale preghiera ebraico-cattolica nella zona ebraica del cimitero cittadino con la presenza del Vescovo D’Ercole e dello stesso Rabbino Ulrich. Si sono intonati canti e preghiere di entrambe le fedi. Un momento questo sempre molto partecipato e che si inserisce in una giornata da sempre molto importante per tutti.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 156 volte, 1 oggi)