E’ questa la domanda che ci poniamo dopo aver visto Cesena-Ascoli. 3 decisioni, prese in modo goffo e assurdo dal “signor Baracani”, che hanno pesato e molto sulla sconfitta dei bianconeri in terra romagnola.

D’accordo, la squadra non gira come dovrebbe e su questo c’è ancora molto da lavorare. Ma vederti assegnare contro un rigore inesistente e un’espulsione totalmente ingiustificata in quel modo, fa molto riflettere. E’ una decisione presa in buona o mala fede? Questo non lo sapremo mai.  Se poi ci metti anche le prese in giro e le provocazioni (Sky serve anche per questo) rivolte nei confronti di Giorgi, capitano bianconero, pensi che “gatta ci cova”. Ciliegina sulla torta, il gigantesco rigore non assegnato a Petagna. Nel replay si vede chiaramente che l’attaccante bianconero viene letteralmente falciato in area.

L’Ascoli protesti vivacemente contro la Lega di Serie B perchè questo signore non si avvicini più ad una partita dell’Ascoli Picchio, perchè significherebbe creare ancora tensione. E questo non giova ad un mondo del calcio sempre più in declino. Nelle scuole calcio si insegna il rispetto verso il prossimo. Bisognerebbe fare lo stesso anche nei corsi per gli arbitri, perchè al “signor Baracani” servirebbe, e molto.

Intanto la società smentisce le voci che davano a rischio la panchina di Mister Mangia. L’Ascoli ribadisce piena fiducia al tecnico lombardo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 773 volte, 1 oggi)